Holland America Line, estate nel Mediterraneo con la rinnovata Westerdam. Le novità post refit

Holland America Line, estate nel Mediterraneo con la rinnovata Westerdam. Le novità post refit

Quest’anno Holland America Line ha posizionato una sola nave nel Mediterraneo, la appena rinnovata Westerdam, il cui significativo refit ha visto protagonista lo stabilimento Fincantieri di Palermo. L’occasione per scoprire la sua nuova veste è stato l’evento “Tutti a bordo” organizzato a Livorno da Dreamlines, agenzia leader nella vendita on-line delle crociere, e da Gioco Viaggi, agente per l’Italia della compagnia.

Ricordiamo che questa nave fa parte della classe “Vista” realizzata per HAL tra il 2002 e il 2010 dallo stabilimento Fincantieri di Marghera. Il prototipo Zuiderdam è stato consegnato nel 2002, seguito dalle sorelle Oosterdam (2003), Westerdam (2004) e Noordam (2006). Poi nel 2008 Eurodam, la prima nell’evoluzione “Signature”, e la sorella Niuew Amsterdam (2010) hanno completato la serie di queste navi molto apprezzate dai passeggeri di tutto il mondo per design e comfort.

Westerdam, Holland America Line

La caratteristica di questi cruise liners è una linea elegante abbinata alla pitturazione blu scuro tipica di Holland America e alla presenza di due fumaioli accoppiati che conferiscono all’unità l’aspetto elegante dei vecchi transatlantici. Altra caratteristica che le rende subito riconoscibili sono gli ascensori panoramici esterni che permettono di godere di uno splendido panorama dei luoghi visitati durante le crociere. A bordo troviamo tutto ciò che l’ospite può desiderare: 3 piscine, di cui una idroterapica ed una con copertura mobile, poi un grande teatro disposto su tre ponti, 3 ristoranti di cui uno a buffet, casinò, zona bambini, centro benessere con annessa palestra ed infine un campo sportivo polifunzionale.

Come abbiamo visto, nel corso dell’ultimo bacino di carenaggio, ha subito anche un significativo riallestimento delle aree alberghiere: vediamo quindi le principali novità. In primis l’atrio è stato completamente ripensato in chiave moderna con l’allestimento al ponte 1 del “Rijksmuseum at Sea”. Conosciuto per essere uno dei simboli di Amsterdam, questa piccola versione “navigante” esporrà alcune riproduzioni delle sue opere più importanti con l’intento di diffondere la cultura olandese in tutti i porti che saranno raggiunti dalla nave. Molto bello il riallestimento del salone panoramico “Crow’s Nest” che si arricchisce al suo interno dell’”Exploration Central”, lounge interattivo dedicato alla scoperta della destinazioni raggiunte. Poi come sulle altre navi della classe è stato aggiunto il “Lincoln Center Stage”, lounge dedicato alla musica da camera; il “Billboard Onboard” per animare le serate nel segno della musica di qualità; infine il “Gallery Bar” ha preso il posto della discoteca “Northern Lights”. Inoltre anche il buffet è stato aggiornato sia nell’allestimento che nei servizi.

Westerdam, Holland America Line

Dal punto di vista strutturale è stata aggiunta una nuova sezione del peso di circa 100 tonnellate sopra il ponte 10 contenente 25 nuove cabine (18 con balcone e 7 interne) che portano la capienza complessiva  della nave su base doppia a 1.964 passeggeri. Infine sopra il nuovo blocco è stata posizionata l’area relax all’aperto “Retreat”. Ricordiamo che quest’ultima (utilizzabile pagando un sovrapprezzo) è stata introdotta con Eurodam nel 2008 ed ha subito riscosso un grande successo.

Per gli amanti dei “numeri” ricordiamo che Westerdam ha una stazza lorda di 82.862 tonnellate (post drydock) ed è lunga fuori tutto 285,30 metri e larga 32,25. La sua centrale diesel, composta da cinque motori, è in grado di generare una potenza massima di 51,94 MW; inoltre è dotata di una turbina a gas da 15,4 MW (quindi si tratta di un sistema CODAG, combined diesel and gas) mentre la propulsione è garantita da due azipod per complessivi 35.200 kw che la possono spingere ad una velocità di 22,7 nodi.

Westerdam, Holland America Line

Per chi non lo sapesse le navi di Holland America Line offrono un servizio premium a prezzi molto competitivi. Quindi a bordo la cura del servizio è maniacale, la qualità dei cibi sia nel ristorante principale che nel buffet è molto elevata. I soft drinks (come la buonissima limonata) e la caraffa di acqua liscia a cena sono inclusi nel prezzo della crociera. Un citazione a parte merita lo straordinario buffet dove ci sono prelibatezze per tutti i gusti, anche per noi italiani grazie al “pasta corner” e alla pizza sempre disponibile. Ma poi c’è l’angolo della cucina etnica dove si può mangiare pietanze indiane o un delizioso sushi. Infine le vetrine con gustosi antipasti come la buonissima “caprese”. E i dolci? Anche qui c’è grande attenzione al dettaglio. Si può gustare la buonissima “pavlova” o provare il gelato artigianale (sempre incluso nel prezzo) con deliziose guarnizioni comprese le meringhe colorate, un “must” di HAL.

Fino all’autunno questa nave resterà nel Mediterraneo offrendo crociere di 12 notti (espandibili fino a 36) con itinerari molto variegati tra gli home ports di Barcellona, Civitavecchia e Venezia toccando le mete più belle del Mare Nostrum da Oriente ad Occidente. Da non perdere assolutamente!

.

Photo Credit: Matteo Martinuzzi

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!