Royal Caribbean orienta la prua verso la Malesia

Royal Caribbean orienta la prua verso la Malesia

Come parte importante del prodotto crociera nel sud-est asiatico, la Malesia  è da qualche tempo al centro delle attenzioni del gruppo Royal Caribbean Cruises, con particolare riferimento allo sviluppo del porto  crocieristico, step fondamentale per una successiva implementazione degli itinerari nella regione.

In realtà  la Malesia è oggi il mercato a più rapida crescita nel Sud-Est asiatico; tra il 2015 ed il 2016 ha raddoppiato i numeri in termini di passeggeri movimentati e ci aspettiamo una performance del tutto simile anche quest’anno“, ha commentato Sean Treacy, Vice President Royal Caribbean Cruises dell’area Asia e Pacifico.

All’inizio di quest’anno, il gruppo Royal Caribbean ha siglato una joint venture con la locale Port Sdn Bhd finalizzata a migliorare ed ampliare il Terminal crociere di Penang, così da renderlo idoneo ad ospitare in un prossimo futuro le navi di più grandi dimensioni.

Stiamo investendo in misura importante in Malesia, come parte dei nostri impegni a lungo termine nel sud-est asiatico. I nostri scali nel Paese sono saliti da 66 nel 2016 agli oltre 80 previsti sia quest’anno che per la prossima stagione“, ha proseguito Sean Treacy.

mariner-of-the-seas-royal-caribbean-internationalAlla base della scelta del player un dispiegamento sempre maggiore nella regione di nuove navi e di  più grandi dimensioni, come Ovation of the Seas, Voyager of the Seas e Mariner of the Seas, unità che per via delle loro caratteristiche attirano un crescente numero di viaggiatori.
A questo aspetto si aggiungono le attività che il gruppo sta portando avanti per sviluppare la propria rete distributiva in Malesia: formazione per gli agenti di viaggio, studio e lancio di campagne di marketing e pubblicità mirate ed ancora partecipazione a fiere di settore e roadshow.

Secondo recenti statistiche, quest’anno sono state 66 le navi da crociera a navigare in acque asiatiche. Cinque di queste sono mega navi, con una capacità di oltre 3.500 passeggeri, 15 grandi, con una capacità da 2.000 a 3.500 passeggeri, 29 di medie dimensioni e 17 sono unità stagionali di lusso.
Mediamente ogni anno in Asia una o due navi debuttano nella regione e si tratta di unità sempre più grandi, che superano ormai regolarmente le 100.000 tonnellate di stazza lorda.
Questi numeri si scontrano però spesso con infrastrutture portuali ancora oggi non adeguate, tanto che in molti casi occorre affidarsi ad ancoraggi presso i porti commerciali dei container.
Da qui, quindi, la necessità di aggiornare il prima possibile le strutture esistenti.

Oltre alla Malesia, altri mercati emergenti nell’area hanno un grande potenziale di sviluppo per l’industria crocieristica. Tra tutti, la Thailandia ed il Vietnam, intorno ai quali si stanno recentemente concentrando le attenzioni di alcuni importanti player internazionali.

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!