Da Virgin Voyages i primi dettagli delle nuove navi

Da Virgin Voyages i primi dettagli delle nuove navi

Una crociera per non crocieristi, un cambiamento epocale rispetto a ciò che è attualmente disponibile sul mercato: è questa la mission che Virgin Voyages – l’ultimo marchio nato, guidato dal magnate d’affari Richard Branson – si propone di offrire quando debutterà con la sua prima nave nel 2020.
Durante l’ultima Seatrade Cruise Conference tenutasi nei giorni scorsi a Fort Lauderdale, in Florida, il Presidente e Amministratore Delegato della Compagnia, Tom McAlpin, ha anticipato i primi dettagli di ciò che il brand intende realizzare a bordo delle sue navi.

Nuove navi Virgin VoyagesNon stiamo cercando di disgregare l’esperienza di crociera“, ha commentato. “Piuttosto pensiamo in modo più ampio, perché vogliamo arrivare a proporre esperienze decisamente nuove“.

La prima nave Virgin Voyages salperà nel 2020 con una stagione inaugurale di crociere ai Caraibi con partenze da Miami.  Sarà impostata per soli adulti e potranno salire a bordo passeggeri con un’età minima di 18 anni.
La proposta Virgin si concentrerà su concetti di intrattenimento innovativi: ci sarà un casinò ma non ci saranno spettacoli in stile Broadway;  gli itinerari proposti saranno studiati per far arrivare e far ripartire le navi in porto più tardi rispetto allo standard di settore, così da consentire agli ospiti di avere più tempo per riposare; la maggior parte delle cabine – l’86% circa – saranno dotate di balcone privato; da un punto di vista estetico, le navi di medie dimensioni potranno trasportare fino a 2.750 passeggeri e si caratterizzeranno per un design ispirato ad un super yacht dai colori grigio e argento, con vetri fumè; la compagnia offrirà la possibilità di realizzare pacchetti vacanza, con voli Virgin Atlantic e alberghi Virgin.
Altre novità in fase ancora di studio riguarderebbero l’offerta di alimenti e bevande, il design di cabina e le proposte di negozi a bordo, che dovrebbero ricomprendere anche i primi sexy shop in mare.

Un viaggio è un viaggio“, ha concluso McAlpin. “Vogliamo che le gente sbarchi dalle nostre navi dicendo che quella è stata in assoluto la migliore settimana della loro vita“.

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!