Estate 2018: Catalunya superstar fuori dalle rotte tradizionali con le crociere di Costa Victoria

Estate 2018: Catalunya superstar fuori dalle rotte tradizionali con le crociere di Costa Victoria

Baleari, Sardegna e Costa Daurada. Cinque lunghi scali in sette giorni di crociera. Sono questi gli ingredienti che caratterizzano l’itinerario estivo di Costa Victoria, tra le più piccole ed intime navi della flotta di Costa Crociere:  un’alternativa concreta alle rotte più comuni del Costa Victoria, Costa Crociere, Isole delle BaleariMediterraneo Occidentale.
Pensato per i crocieristi di lungo corso, ma anche per un target giovane alla ricerca del divertimento, per tutta l’estate l’itinerario di Costa Victoria propone soste in alcune delle destinazioni più belle e vivaci dell’area: partendo da Savona, in una sola settimana la nave raggiunge Olbia, in Sardegna, porta d’accesso all’esclusiva e paradisiaca Costa Smeralda; Port Mahon, sull’isola di Minorca, bella, aspra e vitale come non ci si aspetterebbe; l’isola di Ibiza,  che fa da sempre rima con festa e divertimento, con lunga sosta e partenza in tarda notte; Palma di Maiorca, location ideale per fare shopping, o visitare palazzi medievali od ancora passeggiate sulla spiaggia; Tarragona, nel cuore della Catalogna, con tante alternative in termini di escursioni disponibili, grazie anche al lungo scalo con overnight.

Una proposta di viaggio che vuole rappresentare un’alternativa agli scali più comuni dell’area: sette giorni di mare, divertimento e cultura, elementi mixabili tra loro a seconda dei propri gusti.

Tarragona
Tarragona

Il lungo scalo in Catalogna, in particolare, apre diverse possibilità.
Con oltre 155mila abitanti, la città di Tarragona è ancora oggi una vera e propria fortezza naturale, collocata su un promontorio a poco meno di 100 metri sul livello del mare. La città vanta dal 2000 la nomea di bene Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.
Primo centro romano edificato in terra spagnola, le sue origini sono millenarie: la sua costruzione viene fatta risalire al 45 a.C., quando Giulio Cesare costruì le prima mura ed il porto.
Meta perfetta per gli amanti dell’architettura e dell’arte, ma anche per gli appassionati del mare grazie alle bellissime spiagge di sabbia dorata, Tarragona e la sua provincia vantano anche numerose tradizioni folcloristiche e popolari: tra tutte i famosi “castells“, piramidi umane formate da veri “colles” molto popolari e seguiti in tutto il Paese.

Non solo Tarragona: l’intera area infatti vanta numerose ricchezze culturali, artistiche e non solo. A circa 50 chilometri verso la cittadina di Lleida, sorge ad esempio il Monastero di Santa Maria di Poblet, uno dei migliori esempi dell’architettura religiosa della Catalogna. Eretto tra il XII e il XVIII secolo, il monastero è ancora oggi uno dei più importanti e migliori esempi dell’architettura cistercense in Catalogna. Dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, è un complesso monumentale di enorme valore che presenta un primo ambiente, fortificato, dedicato alle attività tipiche del monastero (giardini, laboratori, ecc.); un secondo ambiente dove trovano spazio le dipendenze necessarie per le relazioni con l’esterno; una terza area, difensiva, che accoglie i locali monastici e gli elementi di più grande valore artistico.

Monastero di Santa Maria di Poblet
Monastero di Santa Maria di Poblet

Altro punto di particolare interesse dell’area è Montblanc, piccolo centro cittadino che possiede un complesso medievale di grande valore, circondato da una cinta muraria tra le meglio conservate della Catalogna. Il suo centro storico è stato dichiarato Bene di Interesse Culturale.

Montblanc
Montblanc

Dalle bellezze storiche e culturali ai tramonti dorati sul mare: ad una manciata di chilometri da Tarragona la piccola cittadina di Salou è la location ideale per chi è alla ricerca di belle spiagge e cale di sabbia sottile che offrono infinite possibilità a chi ama il mare e agli appassionati di sport acquatici.
Capitale turistica della Costa Daurada, con soli 23.000 abitanti, le sue spiagge ed i numerosi parchi a tema presenti nell’area rendono Salou destinazione turistica ideale per famiglie e giovani, grazie soprattutto ad una vivace vita notturna.


.

 

 

 

 

 

Per gli amanti del patrimonio culturale e culinario locale, il piccolo e vicino centro di Cambrils, conosciuto come la “Capitale gastronomica della Costa Daurada”, è famoso per la qualità dei prodotti che compongono i suoi piatti tipici. Tra tutti l’olio extravergine D.O. Siurana, di fama mondiale.
Con circa 35.000 residenti permanenti ed una media di 50.000 turisti l’anno, Cambrils gode di un clima tipicamente mediterraneo e vanta ben 9 chilometri di spiaggie, molte delle quali sventolano Bandiera Blu.

Cambrils

Infine, la regione della Catalogna è anche la capitale spagnola del divertimento ad alto contenuto di adrenalina. A pochi chilometri da Tarragona sorge infatti PortAventura, parco tematico imperdibile per chi non teme altezze vertiginose e giostre da brividi. Con oltre 3,5 milioni di visitatori ogni anno, PortAventura è in assoluto il parco più visitato di tutta la Spagna ed anche tra i più apprezzati d’Europa.

Ferrari Land, PortAventura
Nei suoi primi 23 anni di attività, il parco ha ospitato più di 80 milioni di visitatori e nell’attualità, oltre a diverse attrazioni, ospita anche quattro hotel a 4 stelle ed un resort a 5 stelle, per un totale di 2.100 camere.
PortAventura World è la patria di tre parchi a tema: PortAventura Park, PortAventura Caribe Aquatic Park ed il nuovissimo Ferrari Land.
Con una superficie di 105 ettari, PortAventura Park è diviso in 6 aree tematiche: Mar Mediterraneo, Polinesia, Messico, Cina, Far West e per i più piccoli la SésamoAventura.


Ferrari Land è invece il parco a tema dedicato al Cavallino Rampante: nei suoi 70.000 metri quadrati, frutto di un investimento del valore di 100 milioni di euro, ospita oggi 16 attrazioni adrenaliniche tra le più tecnologicamente avanzate, oltre a diversi ristoranti e negozi, tutti ispirati allo spirito della Ferrari.

Dopo cinque anni di attività in Oriente e successivamente ad un intenso programma di restyling eseguito presso il Chantier Naval de Marseille, dallo scorso 30 marzo Costa Victoria è rientrata nel bacino del Mediterraneo per offrire crociere settimanali alla volta delle più belle destinazioni e del divertimento delle isole Baleari.

Costruita in meno di due anni (tra il 1994 ed il 1996) dai cantieri tedeschi Bremer Vulkan di Bremerhaven, grazie ad un progetto imponente che si è avvalso della collaborazione dell’Architetto Navale Claudio Fornasini, dell’Interior Designer Robert Tillberg e dello studio Gregotti Associati di Milano, Costa Victoria è stata ufficialmente consegnata il 13 luglio 1996, appena in tempo per il suo viaggio inaugurale partito da Venezia il 28 luglio dello stesso anno, un itinerario di sette giorni alla volta di Grecia e Turchia.

Costa Victoria, Costa Crociere

Cosa fare durante gli altri scali  in Sardegna, a Ibiza, Minorca e Palma di Maiorca?   Provati per voi, il nostro reportage completo è disponibile a questo link: bit.ly/2Il8nQZ.

.


.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!