Fincantieri e Princess Cruises firmano un accordo per la realizzazione di due nuove unità a LNG

Fincantieri e Princess Cruises firmano un accordo per la realizzazione di due nuove unità a LNG

Fincantieri incassa da Carnival l’ordine di due nuove navi alimentate a Gas Naturale Liquefatto per il brand Princess Cruises.

r4steelcutting1-princess-cruises

Fincantieri entra “in una nuova era della nostra industria, sempre più orientata alla riduzione dell’impatto ambientale”. Così l’ad del cantiere navale, Giuseppe Bono, commenta la doppia commessa incassata da Princess Cruises. Il memorandum of agreement siglato oggi prevede la costruzione a Monfalcone di due navi da 175.000 tonnellate di stazza lorda, che saranno le più grandi finora realizzate In italia, con consegne previste per la fine del 2023 e la primavera del 2025. Le unità ospiteranno circa 4.300 passeggeri e si baseranno su un progetto di prossima generazione, diventando le prime della flotta di Princess Cruises ad essere alimentate primariamente a gas naturale liquefatto (gnl o lng). Si tratta – sottolinea Fincantieri – della tecnologia di propulsione più avanzata e a minor impatto ambientale dell’industria navale, nonché del combustibile fossile più ecologico, che abbatterà le emissioni atmosferiche e l’utilizzo di gasolio.

La notizia arriva a pochi giorni dall’annuncio di due navi per TUI Cruises, joint venture tra i gruppi TUI AG e Royal Caribbean Cruises, sempre con la propulsione a gas naturale. In quel caso, la stazza lorda era di 161mila tonnellate.
Bono ha commentato inoltre dicendo di essere fiero “di estendere ulteriormente la nostra consolidata partnership con Princess Cruises, un brand a cui siamo legati dal nostro ritorno nel comparto crocieristico nel 1990“. Bono ha concluso: “Siamo convinti che non esistano traguardi più significativi per ribadire le leadership di mercato acquisite, che consentono di mantenere solido il rapporto tra il nostro paese e il gruppo Carnival, il maggiore investitore straniero in italia, e nel contempo preservare competenze e incrementare l’occupazione“.

Jan Swartz, presidente di Princess Cruises, ha sottolineato: “La piattaforma rivoluzionaria di queste navi da crociera di nuova generazione alimentate a Lng introdurrà un design innovativo e un nuovo modo di concepire la vacanza per i nostri ospiti, un’ulteriore evoluzione della nostra offerta“.

Fincantieri, ricorda la nota, ha costruito dal 1990 ad oggi 85 navi da crociera (di cui 62 dal 2002), 65 delle quali per i diversi brand di Carnival, mentre altre 49 unità sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimenti del gruppo.

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!