Voglia di primavera? Partiamo tutti per le Isole del sole: ad accompagnarci oggi e’ Tina.

Villaggio Camara de Lobos – Madeira

      Secondo appuntamento, oggi,  dei nostri diari di viaggio. Parliamo di un itinerario classico, quello delle "Isole del sole", da sempre molto apprezzato. Isole dell’eterna primavera, ciascuna con caratteristiche distintive: il fascino lunare, ad esempio di Lanzarote piuttosto che la natura rigogliosa di Madeira. E ad accompagnarci oggi in questo itinerario ever green è Tina che ci racconta la sua recente crociera.     Come di consueto riepilogo i dati di viaggio:     Itinerario: Isole del Sole Nave: Costa Serena Data di partenza: 18 Gennaio 2010 Data di arrivo: 29 Gennaio 2010     Ed ora, a te Tina! 😉

     Ricordo l’arrivo su Romantica (prima crociera – 1998 – viaggio di nozze), tutto il personale schierato con i guanti bianchi che ti sorridevano a 32 denti, il cameriere che ti accompagnava fino in cabina, il tuo cameriere di cabina che ogni sera ti stupiva con i pigiami spiegati sul letto in posizioni sempre diverse oppure con la biancheria piegata sul letto a forma di cigno piuttosto che di rosa, il tavolo sempre uguale al ristorante per colazione, pranzo e cena e quindi lo stesso maitre di sala e lo stesso cameriere che ti serviva a tavola … un sogno…      18 Gennaio: Imbarco su Serena: in fila per uno, tutti perquisiti e tutti schedati!!! 😀 Però poi ti trovi in un atrio spettacolare, pieno di luci e di colori, e ti guardi intorno senza fiato. C’è di bello che ci hanno accolti con un ricco buffet al Lido Sole prima di farci accomodare nelle nostre cabine, poi mentre passeggiamo e conosciamo la nave (dopo più di mezz’ora che Leo faceva su e giù con gli ascensori trasparenti) registriamo la nostra carta di credito: con le macchinette è davvero facile e veloce, e si evitano le lunghe file! Serena è molto bella ed elegante, mi sono sentita davvero a mio agio a bordo…    

     

     

Certo a paragone di Romantica su Serena ci sono più spazi, più ristoranti, più tutto insomma, infatti non è quello che conta, ma più grande è la nave più gente c’è e più si sta strettini…    

    

Conosciamo il direttore di crociera, l’animazione di bordo e l’animazione Squok (importantissimo per chi ha bambini!!!!) e nel pomeriggio ha luogo l’esercitazione di emergenza sui ponti esterni… su Romantica ricordo si svolse in un gran bar salone da ballo, comunque un gran divertimento: tutti a fischiettare!!!     Serata speciale con i festeggiamenti del compleanno di Adriano!!! E al ristorante arriva la torta con la candelina e tutti cantano TANTI AUGURI A TE…!!!    

19 Gennaio: Barcellona. Brutto tempo, pioveva e faceva freddo, decidiamo di non scendere e ci tuffiamo nelle piscine e nell’idromassaggio. Serata informale arabeggiante con annesso spettacolo, balli e giochi nel dopocena al Gran Bar.    

20 Gennaio: navigazione. Dopo vari acquisti presso i negozietti di bordo, Adriano si gode il suo massaggio post-regalo di compleanno, ed io mi perdo in ogni minimo spazietto della nave… Nel pomeriggio Cocktail di gala di benvenuto nel teatro Giove, brindisi con il comandante Claudio De Fenza. Serata di gala dove il comandante e il suo staff ci hanno onorato della loro presenza e a seguire serata danzante al Bar Apollo (io e Adri balliamo la nostra canzone!!!) 😀

     

21 Gennaio: Casablanca. Decidiamo di non scendere, anzi Adriano mi consiglia di non scendere, soprattutto da sola (perchè lui non mi avrebbe accompagnato!) quindi decido: oggi giornata di relax tutta per me! Mattinata in Samsara, pranzo al ristorante tra me e me, e pomeriggio di nuovo in Samsara, con la mia dolce metà… Serata informale arabeggiante.    

22 Gennaio: navigazione. La giornata scorre in modo sereno con i tanti appuntamenti proposti dalla giovanissima animazione di bordo: non c’è tempo di annoiarsi, anzi! Serata informale ..in maschera! E al Gran Bar trovo pure due spasimanti di una certa età … ma Adriano viene prontamente a salvarmi … mio eroe!! 😀

 23 Gennaio: Lanzarote. Scendiamo solo io e Adriano e facciamo un giro ad Arrecife. A piedi arriviamo a visitare il Castillo de San Gabriel, sede del museo archeologico, e poi seguiamo per il lungomare Generalisimo Franco che ci porta in una delle strade principali della capitale dove ci sono tanti negozietti. La temperatura è primaverile e ci accompagna un bellissimo sole. Purtroppo, abbiamo dovuto  annullare l’escursione sui cammelli perchè la notte prima Leonardo non è stato bene e la mattina decidiamo di farlo visitare… e così conosciamo anche il Piano 0! Al nostro rientro in cabina troviamo una bottiglia di spumante e due flute, gentilmente offerta dal nostro GRM Silviu, per una buon proseguimento di crociera, con gli inviti nominativi per il Cochtail CostaClub.      

    

24 Gennaio: Tenerife. il tempo è nuvoloso ma la temperatura è mite. Bellissima escursione con Costa a LORO PARQUE, uno dei più importanti parchi d’Europa dedicati alla conoscenza e alla conservazione della natura, questa volta con Leonardo e "amichetta" al seguito… Dopo un breve tragitto in bus, da dove ammiriamo la natura rigogliosa della città di Santa Cruz de Tenerife (quante piante di banane!) ed il maestoso vulcano Teide, arriviamo con la nostra guida al parco a Puerto de la Cruz (sulla spiaggia c’era gente che faceva il bagno!!). Nel corso della visita osserviamo centinaia di specie animali, alcune in via di estinzione, inserite nel loro habitat naturale perfettamente ricostruito: la terra dei gorilla, l’isola delle tigri e delle pantere, il pinguinario più grande al mondo e l’acquario. Assistiamo poi al simpaticisimo spettacolo dei leoni marini, dei delfini e quello delle orche marine, pubblicizzato come grande novità della stagione. Le orche, appunto: mai viste prima d’ora, uno spettacolo veramente da restare a bocca aperta!    

Di ritorno allegro pomeriggio in ambulatorio con Leo, l’otite e l’antibiotico! Serata informale/tropicale e al teatro lo spettacolo musicale del bravissimo cantante Ross (italianissimo…!) E a cena il mare si fa sentire particolarmente agitato….al ristorante cadono dei bicchieri, e i camerieri sembrano giocolieri provetti…   

25 Gennaio: Madeira. Scendiamo per fare un giro in teleferica, io con un giramento di testa terribile, Leonardo è emozionatissimo. Poi proseguiamo per un giro della città con l’autobus a due piani scoperto, che si è addentrato fino alla baia dove Churchill solitamente soggiornava, Camara de Lobos, un pittoresco porticciolo di pescatori con le tipiche case e i vigneti a terrazze all’ombra di un maestoso promontorio roccioso, uno dei più alti al mondo, 600 mt., Cabo Girao. Già dalla partenza il mare ci fa capire che non sarà una navigazione tranquilla tant’è che chiudono anche le piscine al Lido. A teatro una strabiliante esibizione acrobatica del duo Deltai che riescono a  volteggiare in aria sfidando il mare ballerino, una serata traquilla … in cabina, saltando anche la cena … con la pasticca per il mal di mare!   

Madeira – Cabo Girao

    26 Gennaio: navigazione. Giornata turbolenta per via del mare agitato dalla sera prima … unica nota di colore e molto emozionante per me il cocktail del CostaClub con il comandante con foto in regalo, e lo spettacolo teatrale "I Have a Dream", lo spettacolo dell’equipaggio di Costa Serena, alcuni davvero molto bravi! Serata Italiana, con sventolio di tovaglioli sulle note della canzone "O sole mio", l’allegro balletto dei camerieri con la canzone "Volare" e qualche lacrimuccia di emozione.     27 Gennaio: Malaga. Piove…ma decidiamo di scendere ugualmente; Leo è allo Squok, noi facciamo un giro sull’autobus per una visita generale della città. Partendo dal porto pasiamo davanti alla Playas de la Malagueta e a seguire la Plaza de toros, che possiamo vedere solo dall’esterno perchè chiusa, poi dopo una strada ripida e tortuosa, dove sono edificate tante bellissime villette, alcune con piscina all’interno, arriviamo al Castillo de Gibralfaro,l’antica fortezza della città, costruita nel XIV sec. da Califfo di Granada sul luogo dove i Fenici vevano edificato un faro. Il nostro viaggio ci condurrà poi verso la casa natale di Picasso e il Museo picasso, l’Alcazaba, maggior monumento arabo della città, e la bellissima Catedral, uno dei più grandi e significativi edifici del Rinascimento spagnolo.  

   

Una passeggiata sull’Almeda Principal, il centro cittadino, con le caratteristiche "calles" e viali alberati dove troviamo tanti ristoranti tipici e negozi. Dopo una sosta alla modernissima Estacion, da dove parte la linea alta velocità Malaga-Cordoba  sotto una pioggia battente ritorniamo al porto, dove c’è l’autobus che ci riporta in banchina. Serata di gala dell’arrivederci: non c’è l’aragosta! e non c’è neanche la tanto decantata "Bomba vesuviana"… ma ci accontentiamo lo stesso. Serata trascorsa in discoteca e al casinò, dove LEO  HA VINTO 50 euro (fin quando non ci hanno beccato), mentre io e Adry abbiamo perso: la solita fortuna dei principianti!!!!  

  

28 Gennaio: navigazione. Con mare mosso a sufficienza per barcollare un pò, seguiamo la conferenza per le informazioni necessarie per lo sbarco del giorno dopo e compiliamo il "famoso" questionario. Spettacolo serale del famoso mago Martin (è spesso stato ospite in tv) davvero strabiliante e una serata informale con un saluto generale di tutto il personale prima ballando con il cameriere "That’s amore" di D.Martin (tranquilli, Adriano non è geloso!) e poi cantando, tutti insieme, la canzone "Gente di mare": che bella emozione, e con un groppo alla gola mi trattengo dal versare qualche lacrimuccia… Scacciamo la malinconia al Gran Bar Apollo con lo spettacolo dei croceristi più talentuosi…un vero spasso!!!        29 Gennaio: Sbarco a Savona. Mattina cominciata molto presto, visto che siamo andati a letto tardi! Mentre faccio colazione "assaporo" gli ultimi momenti a bordo…è vero mi sento un pò triste…penso però che questi giorni meravigliosi rimarranno nel cuore….e mentre scendiamo lo scalone principale, dove tutto lo staff e parte del personale ci saluta con allegria, e salutiamo con la mano Costa Serena in banchina, riprendendo la strada del ritorno verso casa cominciamo a sognare la nostra prossima crociera: Costa Victoria ci aspetta per altri porti e una nuova aventura!  

   

 

Questo è il racconto che ho trascritto per il mio libro dei ricordi, con tutto quello che di più emozionante ho vissuto, tutto quello che di caratteristico ho visitato, e per Leonardo, che quando sarà più grande potrà leggere, mentre guarderà tutte le foto che abbiamo scattato in questi posti meravigliosi. 
Ma mi fa molto piacere condividere anche con voi questo mio "diario di bordo", carissimi amici blogger, sperando di non avervi poi tanto annoiato. Qui in questo bellissimo blog, dove si respira gioia, amicizia ed emozione e tanto amore per il mare: e dove, se no??? 
 
Tina71