La mia escursione: Pergamo.

Il Dream Blog oggi fa scalo in Turchia, grazie all’amica Donatella e al suo interessante racconto di viaggio riferito all’escursione a Pergamo.

.

Visitata in occasione della sua ultima crociera, Ritorno in Terra Santa, a bordo di Costa Pacifica, l’escursione costituisce sicuramente una valida alternativa a Efeso e alla casa di Maria.

Come sempre, grazie Donatella per il tuo contributo e buona lettura a tutti voi!

.

Filippo – blogger Dream Blog

.

[box type=”info”]

Chiunque può contribuire ad arricchire la collezione dei diari di viaggio del blog, raccontando la propria crociera o escursione ed inviando il materiale, corredato di foto, alla casella di posta elettronica della redazione del blog: postmaster@dreamblog.it

[/box]

.

.

Arrivare a Izmir / Smirne direttamente da Israele, per i mattinieri come me, è uno spettacolo; isolette, stretti, canali nella luce appena accennata dell’alba e nell’aria frizzante della prima mattina.
Ieri è stata una giornata di navigazione per cui siamo tutti rilassati e riposati.
Come sempre a Smirne la maggior parte delle escursioni organizzate si dirigerà a Efeso e alla casa di Maria, altri hanno deciso per la visita della città.
Oggi Costa Pacifica si fermerà tutta la giornata in porto a Izmir e così, tra le varie proposte, c’ è anche l’escursione a Pergamo.

.
.
Che diversità di viaggio da quando ci andai la prima volta a metà degli anni ottanta; allora la strada era lunga, parecchie curve e sul ciglio della strada si vedevano i pastori con, al guinzaglio, gli orsi bruni per fare qualche foto con i turisti.
Oggi è una superstrada, quasi tutta litoranea ed attraversa cittadine moderne.
.
.
All’arrivo sono rimasta esterrefatta: l’ultimo tratto di strada per arrivare al sito archeologico che, una volta, era un tratto in salita e sterrato è stato sostituito da una moderna cabinovia che, in pochi minuti, porta alla sommità e durante il tragitto si ha il tempo di fotografare il panorama ed il laghetto formato dalla diga sottostante.
.
.
.
Pergamo (per i turchi, Bergama) – un tempo grande centro di cultura – è uno dei più bei siti archeologici della Turchia.
La città ebbe un grande sviluppo a seguito della caduta dell’impero di Alessandro Magno e sotto il regno di Eumenes II la città raggiunse il suo massimo splendore, la sua Acropoli rivaleggiava per bellezza con quella di Atene.
.
.
In quel periodo anche la biblioteca di Pergamo divenne uno dei centri culturali del mondo antico e, con i suoi 200.000 libri era di fatto il secondo centro culturale al mondo, dopo la grande biblioteca di Alessandria d’Egitto.
Fu proprio a causa di questa rivalità ed a una sorta di embargo dei fogli di papiro (l’unica carta dell’epoca) che la civiltà di Pergamo produsse una carta alternativa proveniente dalla concia delle pelli, e che da allora prese il nome di Pergamena.
Entrando nell’Acropoli – sovrastante la città moderna – a sinistra si vedono i resti delle porte monumentali, passando per la piazza si nota ciò che resta del Tempio di Atena.
.
.
La famosa Biblioteca di Pergamo era situata a nord della piazza.
.
“Antonio, perdutamente innamorato di Cleopatra, prese tutti i libri della biblioteca per donarli a Cleopatra come un regalo di nozze, ed anche per consolarla del terribile incendio della Biblioteca di Alessandria”.
.
.
Si susseguivano case, caserme militari e magazzini, chiamati arsenali. Da notare il bel Tempio di Traiano, edificio in marmo restaurato da archeologi tedeschi.
Nelle vicinanze si trova il magnifico Teatro di Pergamo, uno dei teatri più ripidi al mondo; questo, a causa della morfologia e degli spazi ridotti dell’Acropoli, esso ha una capacita’ di 10.000 posti.
.
.
Il famoso Altare di Zeus, a forma di ferro di cavallo, si trova sulla parte sud del teatro; l’originale fu portato via nel 1871 da un ingegnere tedesco ed ora si trova nel Museo di Pergamo a Berlino.

Vicino all’altare si trova l’Agorà (il mercato).

.
.
.
E’ ora di riprendere la cabinovia per scendere anche perché qui sopra c’è un’aria gelida!!
E, mentre aspettiamo il ritorno di tutti, ecco un bellissimo incontro con due bimbi del posto: il loro compito è quello di fare rifornimento di acqua e, sono cosí piccoli, che non riescono nemmeno a salire sul loro asinello!!
.
.
Prossima tappa il sito archeologico detto l’Asclepion (o Asklepion), un complesso medico che si trova fuori la città.
L’Asklepion, costruito nel nome di Esculapio, dio della medicina e della sanità, fu fondato nel IV sec. AC
Oltre ai locali per le cure, c’è un piccolo teatro per 3500 persone, stanze dove i malati venivano guariti con il suono dell’acqua e della musica, un tempio ed una biblioteca.
.
.
.
Tra le varie curiosità, qui all’Asclepion, i sogni dei malati venivano analizzati dai loro medici (sacerdoti), a scopo terapeutico, e tutto ciò avveniva 2.000 anni prima che Sigmund Freud introducesse nel mondo occidentale le stesse tecniche!!
.
.
Questa è una delle escursioni che si possono fare da Smirne e/o da Kusadasi quando le navi da crociera attraccano per un’intera giornata.
.
Ed ecco, la nave è pronta a partire per una nuova, entusiasmante tappa…….il Pireo!!
.
.
.
.
Cincopa WordPress plugin
.
.
.