Castelli & Leggende, da Amsterdam a Basilea

Per la rubrica “Idee per partire”, Gioco Viaggi propone oggi un nuovo modo di viaggiare, navigando placidamente sulle acque di grandi fiumi, alla scoperta di suggestivi paesaggi, di miti e leggende.

Discendere due fiumi leggendari – il Reno e il Meno – e scoprire di trovarsi dentro a un libro di fiabe: castelli arroccati, grandi cattedrali, cittadine pittoresche e leggende medievali.

Dalla scintillante Amsterdam, la “Venezia del Nord”, alle città tedesche quali Colonia, Düsseldorf e Spira, dove si respira ancora l’atmosfera medievale; dai canali olandesi, ricchi di contrasti cromatici alla rocca della Lorelei con la sua bellissima e struggente leggenda. Un viaggio per scoprire il cuore dell’Europa, la sua storia e i suoi corsi d’acqua più importanti con Gioco ViaggiTour & Cruise Operator.

.

[box type=”info”]

Amsterdam-Basilea

7 notti con Amadeus Princess
2012: 
18 luglio; 1, 15, 29 agosto*; 12, 26 settembre;  10 ottobre

*partenze con assistenza in italiano

AmsterdamVolendamDüsseldorf, Colonia, CoblenzaRüdesheimMannheim, Spira, Strasburgo, Basilea

Quota di partecipazione a partire da 1.337 euro a persona. La quota comprende: crociera in pensione completa con sistemazione in cabina doppia esterna, selezione vini bianchi e rossi a cena, cocktail di benvenuto, cena di benvenuto e cena di gala.

[/box]

.

E a bordo lasciatevi conquistare dalla sofisticata cucina. Il Panorama Restaurant vi accoglierà in un ambiente elegante con ampie vetrate per godere gli scorci paesaggistici, servizio attento e cortese, cucina internazionale con accenti regionali.

Il Maître d’Hotel e il suo team di camerieri sono a disposizione per esaudire ogni vostra richiesta e magari suggerirvi la specialità del giorno o il vino che meglio le si accompagna. Lo Chef si assicura personalmente che vengano utilizzati solo prodotti freschi e i migliori ingredienti che le abili mani dei cuochi trasformeranno in delizie culinarie … gioia degli occhi e del palato.

.

Info & contatti: www.giocoviaggi.it

.

.

.