Schettino: “E’ colpa mia” – Rassegna Stampa D.B. Cruise Magazine


.

«Ci stanno due compartimenti allagati, non andiamo a fondo, non ci andiamo. Tra poco darò fondo all’ancora e ci mettiamo qua, poi bisognerà chiamare qualche rimorchiatore. Eh, lo so. Lo so, è colpa mia»: così parlava alla radio con l’unità di crifsi della Costa il comandante della Concordia, Francesco Schettino, poco dopo il terribile impatto della nave sugli scogli delle Scole al largo dell’isola del Giglio.

I dialoghi registrati dalla scatola nera della Costa Concordia al momento dell’impatto sono stati trasmessi in esclusiva alle 17 da TgCom24.

Dopo l’ancoraggio, poco prima delle 23, viene dato il comando di “abbandono nave”. Come emerso da alcuni video girati in plancia, e già resi pubblici, dai dialoghi registrati si sente qualcuno che chiede: «Facciamo l’abbandono?», cui Schettino risponde: «Aspetta un attimo, fammi vedere una cosa». Ancora: «Diamo fondo a quest’ancora per favore. Abbandoniamo a dritta, dai! Oh, lo vogliamo dare questo abbandono nave?». Schettino: «Diamo questo “abbandono nave”, dai, fai questo annuncio. No, più che “abbandonare la nave” tu dici “mettiamo i passeggeri a terra”».

.
Fonte: Il Secolo XIX

Filippo

Cruise blogger, amante del mare, degli orizzonti infiniti e dei tramonti infuocati. Il primo viaggio in nave nel 1988 è stato un vero e proprio colpo di fulmine. Da allora, oltre 40 crociere all'attivo trascorse a bordo di numerose navi e compagnie. Blogger per passione, ogni esperienza rappresenta per me una nuova avventura da vivere con entusiasmo. Viaggiare allarga la mente e lo spirito, farlo per mare ci avvicina a noi stessi.