“I prezzi delle crociere torneranno alla normalità” – Rassegna Stampa D.B.Cruise Magazine

E’ la convinzione del direttore generale di Costa Crociere, Gianni Onorato, che afferma: “Dopo Costa Concordia, la leva del prezzo ha funzionato”. E sul contratto con Ainet: “Siamo in fase di finalizzazione”

 

Dopo la tragedia della Costa Concordia, la leva del prezzo ha funzionato”. Così il direttore generale di Costa Crociere, Gianni Onorato, ha spiegato la strategia di pricing messa in atto dalla compagnia di navigazione dopo l’incidente del gennaio scorso sulle coste dell’Isola del Giglio. “Abbiamo visto – ha proseguito il manager – che riempire le navi non è stato un problema. Adesso, però, dobbiamo tornare ai prezzi del 2011 per dare valore al prodotto. Sarà un procedimento graduale che non avverrà immediatamente, ma nell’arco dei prossimi mesi e che interesserà soprattutto l’area del Mediterraneo, quella che è stata maggiormente colpita in questo senso”. Il manager tira le somme per quanto riguarda l’anno che si sta per chiudere: “Il 2012 di Costa è allineato a quello di Carnival. E’ stato un anno difficile dove, però, abbiamo comunque giocato la nostra parte nel dato complessivo”.
Onorato, poi, spiega le strategie per la nuova ammiraglia, Costa Diadema, che entrerà in servizio nella stagione invernale 2014-2015 con itinerari sul Mediterraneo (con partenza da Savona) e un focus particolare sull’Italia. “La nostra intenzione è quella di far diventare la Diadema la nave degli italiani. Toccherà più porti nel nostro Paese rispetto alle altre imbarcazioni. Investiremo molto di più al Sud per riprenderci quote di mercato, visto che negli ultimi anni abbiamo spostato delle navi anche in altre parti del mondo, come in Asia dove abbiamo raddoppiato la nostra presenza realizzando oltre 230mila passeggeri su Costa Atlantica e Vittoria”.
Per l’estate 2013, invece, Onorato ha illustrato come la compagnia rafforzerà la presenza sul Mediterraneo: questa strategia, però, non è stata pianificata con Carnival, che, al contrario, ha preferito riposizionare alcune navi destinate al Mediterraneo sui Caraibi.
Infine, il manager ha fatto il punto sulla situazione del contratto con Ainet: “Ormai siamo in fase di finalizzazione”.

Fonte: Guida Viaggi

.

.

[box_light]
Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!

[/box_light]