MSC Crociere: 2 milioni di Euro a favore dei bambini brasiliani grazie al progetto “Get on board for children”

Crociere e solidarietà. Un connubio molto attuale tra i principali “big” del settore e grazie al quale accade sempre più spesso di leggere notizie circa la realizzazione di importanti progetti a sostegno dei più bisognosi.

E’ il caso questa volta di MSC Crociere che, in virtù di una partnership con Unicef nata ormai tre anni e mezzo fa, ha raccolto fino ad oggi fondi per due milioni di euro a favore dei bambini di San Paolo e Rio de Janeiro.

“Get on Board for Children” è il nome dell’iniziativa nata per combattere la povertà e la disuguaglianza di bambini brasiliani meno fortunati, e garantire loro la possibilità di un’istruzione di qualità. Il Brasile è tra gli 11 Paesi più poveri del mondo. La condizione è peggiore nelle favelas.

Dal 2008, proprio in Brasile, MSC Crociere è leader di mercato ed è orgogliosa di aver prestato il suo impegno a favore delle comunità locali attraverso il progetto con l’Unicef. La ‘Platform for Urban Centres,’, sostenuta da questa intesa, si concentra proprio sulla lotta contro le diseguaglianze, con l’obiettivo di assicurare una migliore qualità e opportunità di istruzione ai bambini più svantaggiati delle due megalopoli, San Paolo e Rio de Janeiro, con un approccio integrato e partecipativo che mira a coinvolgere l’intera comunità nella ricerca delle soluzioni ideali ai problemi esistenti.

Gli ospiti di tutte le navi della flotta MSC Crociere, dal luglio del 2009, sono stati invitati a partecipare al progetto “Get on Board for Children” con una piccola donazione. Questo “dono collettivo” ha avuto un impatto straordinario sulla vita di migliaia di bambini e giovani che vivono a San Paolo e a Rio de Janeiro, influendo sulle politiche locali necessarie per creare una società più equa.

Oltre 3.000 bambini e adolescenti possono oggi, grazie al progetto sponsorizzato da MSC Crociere frequentare la scuola con regolarità; oltre 130.000 bambini frequentano l’asilo nido e altri 1.000 hanno avuto la possibilità di terminare l’istruzione primaria nei tempi giusti dall’inizio del progetto. Il programma ha lo scopo di rendere queste comunità meno vulnerabili, interessando direttamente più di 3.400 bambini e adolescenti, 3.400 leader dei 127 villaggi coinvolti, in veste di ambasciatori. Sono più di 60 gli action plan e le attività svolte dalle collettività che partecipano al progetto e le scuole operano attualmente in sinergia con le ONG, i genitori e i servizi sanitari; i leader delle comunità, a loro volta, partecipano attivamente alla preparazione dei piani educativi comunali.

Il progetto ha anche contribuito a generare altri risultati importanti: il numero di persone che hanno ricevuto assistenza giornaliera a Rio de Janeiro è passato dal 22.6% del 2008 al 62.3% nel 2010, mentre la percentuale di donne che ha ricevuto assistenza prenatale a San Paolo è passata dal 73% nel 2008 al 77% nel 2011. Grazie al progetto, anche il numero dei centri sociali comunitari di San Paolo è cresciuto: dai 31 esistenti nel 2008 si è passati a 46 nel 2011. Il tasso di omicidi degli adolescenti a Rio de Janeiro è sceso, per ogni 100.000 abitanti, da 38 nel 2008 a 30.9 nel 2010.

La partnership tra MSC Crociere e Unicef e il progetto “Get on board for children” continuerà anche nel 2013. Compagnia multinazionale a conduzione familiare che si basa su forti valori e riconosce le priorità sociali dei bambini, delle famiglie e l’importanza dell’educazione, MSC Crociere ha in programma di identificare con l’Unicef un nuovo progetto su cui sensibilizzare gli ospiti a bordo. La nuova iniziativa verrà annunciata nel corso dell’anno.

 

.

.

[box_light]
Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!

[/box_light]