Royal Caribbean: dall’Antitrust multa di 150mila euro per pubblicità scorretta

Royal Caribbean InternationalInformazioni commerciali poco chiare, aggiunta di costi al listino pubblicizzato, crociera gratis, ma solo per modo di dire, per i bambini. Sono solo alcuni dei rilievi che l’Antitrust ha contestato a Royal Caribbean, multando la compagnia dei viaggi in crociera con una sanzione da 150mila euro per pubblicità scorretta.

Per arrivare alla sua decisione, l’Autorità ha anche svolto alcune simulazioni: per esempio, si legge nel Bollettino, quella relativa alla crociera “Majesty of the Seas” pubblicizzata con prezzi a partire da 83 euro, mostrava che l’iter di prenotazione che aveva avuto inizio con la selezione del tasto “Crea il tuo preventivo gratuito” e la scelta della sistemazione nella cabina da 90 euro per due adulti e un bambino, al termine della procedura recava un costo complessivo di 736 euro. Gli oneri addebitati, non palesati all’inizio della simulazione, si riferivano a: “Quota crociera” (comprensiva di “prezzo 2 adulti 180 euro” e “prezzo di 1 bambino 37 euro”), tasse portuali (“prezzo 2 adulti 306 euro” e “prezzo 1 bambino 153 euro”) e quota dell’assicurazione (“prezzo 2 adulti 40 euro” e “prezzo 1 bambino 20 euro”). Insomma, secondo l’Antitrust malgrado le correzioni apportate dalla società durante l’istruttoria “il layout del sito internet, rilevato al momento dell’avvio del presente procedimento e successivamente modificato, non garantisce ai consumatori una chiara percezione, sin dal contatto iniziale, del prezzo complessivo delle offerte dei servizi turistici disponibili”.

(ANSA)

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!