Costa Crociere, Lupi convoca i vertici a Roma

L’esecutivo prepara un’iniziativa sui trasferimenti da Genova a Amburgo. Pressing del Comitato portuale sull’azienda: “Congelate le decisioni”

protesta_dipendenti_CostaIl ministro dei Trasporti Maurizio Lupi convoca a Roma l’amministratore delegato di Costa Crociere Michael Thamm per ascoltare direttamente dalla sua voce le ragioni che hanno spinto la compagnia armatoriale ad annunciare iltrasferimento di quattro reparti da Genova ad Amburgo.

Non c’è ancora una data precisa, ma secondo quanto risulta a Repubblica, l’annuncio della convocazione è imminente. È stato lo stesso Lupi a chiamare il presidente dell’autorità portuale di Genova Luigi Merlo che per primo aveva chiesto al governo di prendere posizione su una decisione tanto clamorosa quanto ingiustificata, come avevano sottolineato tutte le istituzioni genovesi e lo stesso arcivescovo di Genova, il cardinale Angelo Bagnasco.

Dopo l’annuncio di Costa Crociere ai sindacati, la prima durissima reazione era arrivata dal comitato portuale, organo di governo delle banchine al cui interno siedono tutti i rappresentanti delle istituzioni, delle imprese e dei lavoratori. Merlo, presidente dell’authority, si era così fatto latore del sentimento dell’intero comitato, con la richiesta al ministro Maurizio Lupi di intervenire sulla vicenda. Dopo il primo contatto e l’impegno a occuparsi del caso con un’iniziativa mirata, lunedì Lupi ha chiamato Merlo non solo per discutere degli Stati generali della portualità e della logistica che si terranno il 9 febbraio a Roma, ma anche una prima riflessione sulla questione dei trasferimenti di Costa Crociere.

La Repubblica.it

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!