Caraibi, record di visitatori e crociere nel 2015

L’area dei Caraibi ha registrato un nuovo record di arrivi nel 2015 secondo quanto recentemente pubblicato dalla Caribbean Tourism Organization (CTO).
I viaggi turistici internazionali verso la regione sono cresciuti del 7% rispetto all’anno precedente, attestandosi a 28,7 milioni di visite. Complessivamente i visitatori hanno speso una cifra importante, stimata in 30 miliardi di dollari, il 4,2% in più rispetto ai 28,8 miliardi spesi nel 2014.
Positivo, seppur ad un ritmo più lento, anche il trend del settore crocieristico, in aumento dell’1,3%.

Il 2015 è stato il secondo anno consecutivo in cui la regione dei Caraibi ha fatto meglio rispetto al resto del mondo ed il sesto anno consecutivo di crescita“, ha commentato il Segreterio Generale del CTO, Hugh Riley.
Riley ha attribuito il risultato a diversi fattori, tra cui: migliori condizioni economiche sul mercato; una spinta di fiducia dei consumatori, in particolare dagli Stati Uniti; la caduta dei prezzi del petrolio; una efficace campagna di marketing da parte di molti paesi membri della CTO.

Crane Brach, Barbados, CaraibiIn crescita tutti i principali mercati: Stati Uniti, Canada, Europa e Sud America. In particolare gli Stati Uniti, che rimane il mercato primario dei Caraibi con circa il 50% degli arrivi, sono cresciuti del 6,3% con 14,3 milioni di visite. Il mercato canadese è cresciuto del 4,5% con 3,4 milioni; l’Europa è balzata a 5,2 milioni di visitatori, registrando un incremento del 4,2%; il Sud America ha generato 2,1 milioni ti visitatori, con un aumento del 18,3% rispetto al 2014.
Dei 5,2 milioni di turisti europei, 1,1 milioni provenivano dal Regno Unito, paese che ha segnato un +10,4%.

Il mercato europeo ha generato un trend significativo nel corso del 2015, realizzando la sua migliore performance in sette anni. Per la prima volta dal 2008, gli arrivi totali dall’Europa hanno superato la soglia dei cinque milioni ed in questo ambito il Regno Unito è stato uno degli Stati dominanti, seguito dalla Germania e dalla Francia“, ha commentato Riley.

Positive le previsioni del 2016, con una stima in termini di arrivi in ulteriore aumento tra il 4,5 ed il 5,5%. Analoga tendenza anche per il settore crocieristico, con previsioni di crescita di circa il 2% rispetto al 2015.

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!

Filippo

Cruise blogger, amante del mare, degli orizzonti infiniti e dei tramonti infuocati. Il primo viaggio in nave nel 1988 è stato un vero e proprio colpo di fulmine. Da allora, oltre 40 crociere all'attivo trascorse a bordo di numerose navi e compagnie. Blogger per passione, ogni esperienza rappresenta per me una nuova avventura da vivere con entusiasmo. Viaggiare allarga la mente e lo spirito, farlo per mare ci avvicina a noi stessi.