China State Shipbuilding e Carnival Corporation vicine ad un nuovo maxi ordine di navi da crociera da destinare al mercato cinese

 

Le prime navi da crociera interamente costruite in Cina potrebbero diventare presto realtà.  Secondo il portale Cruise Industry News l’annuncio potrebbe essere fatto già venerdì, in occasione del China  Cruise Shipping di Tianjin, quando la China State Shipbuilding Corporation ed il colosso americano Carnival potrebbero annunciare un maxi ordine per un massimo di cinque navi da crociera da costruire e da destinare ad un nuovo brand nazionale asiatico.
Le navi dovrebbero avere una capacità di circa 5.000 passeggeri, una stazza lorda di 130.000 tonnellate e la prima unità potrebbe entrare in servizio già nel 2020.

Carnival Vista

L’iniziativa fa seguito alla formalizzazione, avvenuta a fine 2015, di una joint venture tra il gruppo Carnival Corporation, la China State Shipbuilding Corporation (CSSC) e la China Investment Corporation (CIC). Obiettivo: lo sviluppo e la crescita del settore crociere in Cina, destinato a diventare negli anni il più grande mercato mondiale, attraverso il lancio  del primo marchio crocieristico di classe mondiale dedicato al mercato cinese.
A ciò si è aggiunto, a fine luglio, l’accordo che Fincantieri ha siglato con la CSSC per la costituzione di una joint venture finalizzata allo sviluppo e alla crescita dell’industria crocieristica cinese. L’intesa si pone l’obiettivo di  sviluppare e vendere navi da crociera destinate esclusivamente e appositamente personalizzate per il mercato cinese e asiatico. Tali navi saranno realizzate presso uno dei cantieri di CSSC sulla base di una piattaforma tecnologica di Fincantieri, concessa in licenza alla stessa joint venture e al cantiere navale prescelto.

Il nuovo marchio, secondo gli accordi, potrà operare nel mercato cinese non soltanto con navi nuove, ma anche con unità acquistate da altri competitor ed adattate alle specificità del target asiatico.

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!