Savona, al via le opere per fondali del porto più profondi in previsione delle nuove maxi navi Costa

Saranno realizzati entro il primo semestre 2019 i lavori per aumentare la profondità del fondale del porto di Savona. Gli interventi, che comporteranno un investimento complessivo di otto milioni di euro, sono stati inseriti nel nuovo piano di opere triennali dell’Autorità di sistema del mar Ligure Occidentale e riguarderanno nello specifico le banchine 8, 9 e 10 del porto, dove ormeggiano le navi da crociera. In seguito alle opere, la profondità delle acque passerà dagli attuali 9 metri, sufficiente per ospitare navi Palacrociere Savona, Costa Crocierecome la Costa Diadema, la Costa Favolosa e la Costa Pacifica, ad 11 metri. Le  opere si sono rese necessarie per preparare il porto di Savona ad accogliere le nuove ammiraglie della flotta Costa, quelle commissionate ai cantieri finlandesi Meyer Turku e che vanteranno una stazza lorda di 183 mila tonnellate oltre che di un pescaggio di 8,80 metri.
Lunghe 337 metri e larghe 42, saranno le prime nel settore crocieristico, ad essere alimentate in mare aperto con gas naturale liquefatto (LNG), il combustibile fossile più pulito al mondo. Con oltre 2.600 cabine, potranno ospitare fino a 6.600 passeggeri, per un totale di oltre 8.000 persone considerando l’equipaggio.

Gli investimenti programmati dall’Autorità di sistema nel porto riguarderanno anche la demolizione del capannone T1, dei cantieri Sparano e sistemazione aree, per 840 mila euro di investimento; manutenzioni ordinarie e straordinarie di immobili per 3,4 milioni e manutenzioni straordinarie ferroviarie per 550 mila euro.

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!