Maltempo in Francia, prove in mare rimandate per Symphony of the Seas. STX riprogramma le ultime fasi per garantire la consegna entro fine marzo

Prove in mare rimandate per il nuovo gigante dei mari Symphony of the Seas, quarta nave gemella di classe Oasis del brand Royal Caribbean International. A causa del maltempo sulla costa atlantica durante il fine settimana appena trascorso, i cantieri STX France di Saint Nazaire hanno infatti deciso di posticipare la prima uscita della nave. Inizialmente previsto per venerdì sera, il viaggio era slittato una prima volta di 24 ore, nella speranza che la situazione meteo migliorasse. Sabato, poi, la decisione di sospendere momentaneamente il tutto.

Le condizioni meteo rivestono sempre grande importanza in questi casi, in particolare la situazione del vento, che non deve mai superare determinati limiti per consentire alle navi di lasciare il cantiere e attraversare in sicurezza  il canale dell’estuario della Loira. Considerate le dimensioni di Symphony of the Seas – gemella di Harmony, Allure e Oasis of the Seas, le più grandi navi da crociera al mondo –  si è deciso all’ultimo  di attendere  giornate più clementi.
Altro aspetto da non trascurare è legato poi alle maree, che devono garantire livelli sufficienti di acqua sotto la chiglia, non soltanto per uscire in mare aperto, ma anche per rientrare, a prove concluse.  Da questo punto di vista, nuovi livelli considerati ottimali si verificheranno tra circa quattro settimane.

Symphony of the Seas, Royal Caribbean International 2

Così, mentre diverse centinaia di ingegneri e tecnici erano pronti a testare la nave ed i suoi impianti, STX France e i suoi subappaltatori devono ora riorganizzarsi. Il rinvio delle prove in mare richiederà uno sforzo maggiore di coordinamento in modo che questa battuta d’arresto, eccezionale nella vita del cantiere, non influenzi in alcun modo il completamento della nave entro i termini contrattualmente previsti. Con questa prospettiva, ad esempio, è già stato condiviso che la carenatura finale verrà eseguita prima delle prove.  Inoltre, si sta anche ragionando sul secondo ciclo di prove in mare che, a questo punto, potrebbe anche non avvenire se tecnici ed ingegneri riusciranno a concentrare tutte le attività in un’unica occasione.

Non c’è tempo da perdere insomma: Symphony of the Seas dovrà entrare nella flotta di Royal Caribbean International entro la fine di marzo. Eventuali ritardi, neanche a dirlo, comporterebbero penali  contrattuali degne di quella che sarà la più grande nave da crociera del mondo, oltre ad una rovinosa riprogrammazione degli itinerari.

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!