ABB alimenterà la nuova flotta Virgin Voyages con la propulsione elettrica a massima efficienza energetica

La prima nave Virgin Voyages, che sarà consegnata nel 2020, sarà la prima di una flotta di tre navi innovative progettate e costruite tenendo presente la responsabilità ambientale.
Ciascuna delle unità da 110.000 tonnellate lorde sarà dotata della propulsione Azipod di ABB, un sistema orientabile a 360 gradi in cui il motore elettrico è collocato in un pod sommerso sotto lo scafo. La propulsione Azipod è diventata uno standard industriale nel segmento delle crociere grazie alla sua comprovata capacità di ridurre il consumo di carburante fino al 15% rispetto ai tradizionali sistemi di propulsione.

“Rendere la Virgin Voyages ecosostenibile è fondamentale nella nostra visione e siamo lieti che il sistema di propulsione Azipod di ABB ci aiuti a raggiungere questo obiettivo. Anche in funzione della sua eccellente manovrabilità, è stata una scelta naturale per le nostre navi “, ha dichiarato Stuart Hawkins, Senior Vicepresident, Marine & Technical Operations di Virgin Voyages.

Due unità Azipod XO, con una potenza di propulsione combinata di 32 MW (43.000 HP) azioneranno ciascuna delle tre navi. Oltre ad ottenere una elevata efficienza energetica, le unità Azipod XO, dove “X” sta per “nuova generazione” e “O” per il funzionamento in acque libere, offrono una elevata manovrabilità e minimo rumore per un maggiore comfort dei passeggeri.

Rendering nuove navi Virgin Voyages

Ogni nave sarà dotata di un sistema ABB di produzione e distribuzione elettrica, che comprende generatori, quadri elettrici principali, trasformatori di distribuzione e un sistema di controllo remoto dal ponte per manovrare le unità Azipod. La combinazione della propulsione Azipod con il concetto di impianto elettrico di ABB consente di configurare tutte le apparecchiature per prestazioni ottimizzate, con conseguente aumento dell’efficienza e minori emissioni.

Ciascuna delle navi sarà lunga 278 metri e larga 38 e ospiterà oltre 2.700 passeggeri e 1.150 membri dell’equipaggio. Tutte e tre le unità saranno costruite presso il cantiere di Fincantieri a Genova, in Italia, con la seconda e la terza consegna in programma rispettivamente per il 2021 e il 2022.

Dalla prima installazione realizzata 25 anni fa, la propulsione Azipod ha consentito di risparmiare circa 700.000 tonnellate di carburante, arrivando a quasi 15 milioni di ore di funzionamento e con un elevato tasso di operatività pari al 99,8%.

Essendo il propulsore installato all’esterno dello scafo, si libera spazio per ulteriori cabine. Inoltre, grazie alla riduzione sia della rumorosità che delle vibrazioni la propulsione Azipod migliora anche il comfort dei passeggeri e dell’equipaggio. La capacità di poter ruotare il motore di propulsione in tutte le direzioni facilita l’accesso e l’ormeggio delle navi da crociera ai porti senza l’assistenza di rimorchiatori. La taglia della propulsione Azipod per singola unità ora vanno da 1,5 MW fino a 22 Megawatt.

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!

Filippo

Cruise blogger, amante del mare, degli orizzonti infiniti e dei tramonti infuocati. Il primo viaggio in nave nel 1988 è stato un vero e proprio colpo di fulmine. Da allora, oltre 40 crociere all'attivo trascorse a bordo di numerose navi e compagnie. Blogger per passione, ogni esperienza rappresenta per me una nuova avventura da vivere con entusiasmo. Viaggiare allarga la mente e lo spirito, farlo per mare ci avvicina a noi stessi.