Crociere, nel 2019 navi e itinerari in (quasi) ogni angolo del mondo

Crociere, nel 2019 navi e itinerari in (quasi) ogni angolo del mondo

Il 2019 si preannuncia un anno dall’offerta complessiva, in termini di destinazioni crocieristiche, particolarmente ricca. Le compagnie di lusso proporranno in generale luoghi tradizionalmente difficili da raggiungere, mentre destinazioni più popolari come l’Alaska, il Nord Europa e Cuba continueranno a registrare forti presenze su tutti i target, dal contamporary al luxury.
In aggiunta alle rotte più frequenti, le navi non solo torneranno ad attraccare in porti di località percepite come politicamente sensibili negli ultimi anni, come la Turchia e l’Egitto, ma inizieranno ad offrire anche viaggi verso aree sempre più remote, alle estremità della Terra.

Cuba

Nelle ultime stagioni, l’Avana ha attirato centinaia di migliaia di passeggeri, specie nel segmento contemporary. Da quest’anno, le compagnie di lusso andranno ad affiancarsi massicciamente alla destinazione ed offriranno esperienze ancora più approfondite, grazie a lunghe soste nei porti previste nelle programmazioni. 
SeaDream Yacht Club, ad esempio, da questo mese ha posizionato nell’area il SeaDream II da 112 passeggeri, in navigazione tra l’Avana e la città di Cienfuegos. Tra i diversi scali, anche Isla de la Juventud, la seconda isola più grande di Cuba, turisticamente nota per le attività di snorkeling tra spugne e coralli naturali e per il Parco Nazionale Marino di Punta Frances.
Oltre a SeaDream, anche Siversea da febbraio proporrà una serie di cinque viaggi esclusivi nell’area e Seabourn inizierà a navigare tra le acque cubane a partire dal prossimo autunno, quando l’Avana celebrerà il suo 500° anniversario tra fiumi di festival, concerti, mostre d’arte ed altri eventi speciali.

Egitto

Mentre il paese si sta riprendendo da un crollo turistico iniziato con la primavera araba del 2011, quest’anno le linee di lusso torneranno in Egitto, proponendo diverse soste nella regione. Regent Seven Seas Cruises, Silversea e Oceania Cruises, per esempio, attraccheranno a Safaga, porta di acceso per Luxor e la Valle dei Re.

Riapertura anche delle compagnie fluviali, che torneranno a fermarsi non solo al Cairo e Luxor, ma anche ad Aswan, destinazione archeologicamente spettacolare. Tra tutte, la Oberoi Philae, con soli 42 passeggeri, garantisce esperienze di crociere sul Nilo all’insegna dell’esclusività e di un servizio a 5 stelle.

Groenlandia

Tra i luoghi più remoti della Terra, la Groenlandia artica sarà una grande new entry del 2019. Se fino a poco tempo fa era possibile esplorare i suoi fiordi intatti, i ghiacciai e le sue piccole città colorate solo attraverso vere e proprie spedizioni specializzate locali, da quest’anno anche altre navi raggiungeranno le acque ghiacciate dell’area. Tra queste, la Roald Amundsen, il primo ibrido elettrico della flotta norvegese di Hurtigruten, vanta un elegante drone sottomarino che trasmette video ai passeggeri a bordo ed una piscina a sfioro di grande effetto, garantendo ai passeggeri una prospettiva unica per l’avvistamento di megattere od ancora dell’aurora boreale.

Galápagos

La crociera è sempre stata il modo migliore per visitare queste isole remote, dove è possibile fare snorkeling e kayak con leoni marini, avvicinarsi alle iguane marine e più in generale entrare in contatto con una natura incontaminata ed esclusiva. Quest’anno l’area ospiterà l’arrivo di nuove unità ultra-small che renderanno i viaggi ancora più intimi. Tra tutte, l’attesa Celebrity Flora che, con una capacità di 100 ospiti e solo suite, debutterà il prossimo mese di giugno.

Alaska

Le previsioni parlano di circa 1,33 milioni di passeggeri attesi in Alaska tra aprile ed ottobre 2019, in aumento rispetto al milione del 2018.
Princess Cruises celebrerà quest’anno i 50 anni della compagnia in Alaska, Cunard tornerà nella regione dopo 20 anni di assenza, mentre Viking Ocean Cruises e Azamara Club Cruises debutteranno entrambe con nuovi itinerari. E per gli amanti di navi giganti, quest’anno in Alaska non mancheranno la Norwegian Joy (Norwegian Cruise Line), con il suo circuito di go-kart a bordo, e la Ovation of the Seas (Royal Caribbean International), dotata delle più recenti opzioni di intrattenimento del brand.

Turchia

Dopo un tentato colpo di stato militare nel 2016, la maggior parte delle compagnie aveva modificato i propri itinerari, sostituendo le soste nel paese con scali nella vicina Grecia. Questa tendenza si sta lentamente invertendo, parallelamente ad una cauta ripresa del turismo in Turchia. Sul fronte crocieristico, un importante impulso arriva anche dagli incentivi finanziari offerti dal governo locale, quantificabili in un range compreso tra i 15 ed i 30 euro per passeggero.

Tra i grandi ritorni, spiccano quello di Regent Seven Seas Cruises, con itinerari da giugno che prevedono anche lunghe soste e overnights, e quelli di Holland America Line e Royal Caribbean che hanno previsto durante la stagione estiva scali a Kusadasi.

Papua Nuova Guinea

Anche per i viaggiatori più esperti, la prospettiva di navigare nel remoto Pacifico Occidentale rappresenta sempre un’ottima opportunità di incontrare comunità lontane dal mondo moderno. Coral Expeditions, ad esempio, promette di trasformare questa prospettiva in realtà, quando a maggio lancerà la sua nuova nave da spedizioni Coral Adventurer, proponendo esperienze di viaggio da Darwin alla Papua Occidentale. La rotta è identica a quella percorsa dall’esploratore olandese Abel Janszoon Tasman 375 anni fa nel suo secondo grande viaggio.
Altri itinerari raggiungono la Papua Nuova Guinea, l’altra metà dell’isola ricoperta dalla giungla più selvaggia e affascinante.

Coral Expeditions non è l’unica compagnia che mette in mostra l’arcipelago: anche Ponant, ad esempio, salperà lungo la regione a maggio con la sua nuova La Laperouse.

Antartide

Lo scioglimento globale dei ghiacciai può aggiungere un senso di urgenza ai viaggiatori che desiderano esplorare il settimo continente. Per uno sguardo ravvicinato a quello che sta succedendo e per comprendere la potenziale minaccia globale, è sufficiente esplorare le gelide acque dell’Antartide da novembre a marzo. Sarà possibile avvicinarsi agli iceberg e ai ghiacciai, avvistare orche e capodogli, elefanti marini e pinguini di dimensioni umane.
Quest’anno la regione sarà visitata da nuove navi da spedizione, come la super esclusiva Scenic Eclipse da 200 passeggeri, equipaggiata con un sottomarino a sette posti e due elicotteri per esplorazioni remote del continente bianco.

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!