Costa Venezia, il nuovo gigante dei mari alla conquista del mercato asiatico

Costa Venezia, il nuovo gigante dei mari alla conquista del mercato asiatico

Si chiama Costa Venezia la prima unità di Costa Crociere progettata appositamente per il mercato cinese. Interamente realizzata negli stabilimenti Fincantieri di Monfalcone, la nave è stata ufficialmente consegnata all’armatore lo scorso 28 febbraio, alla presenza, tra gli altri, di Matteo Salvini, Ministro dell’Interno e Vice Presidente del Consiglio dei Ministri, Edoardo Rixi, Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri.

Nella suggestiva cornice del porto di Trieste, è stata poi celebrata la tradizionale naming ceremony, nell’ambito di una giornata di festeggiamenti ed eventi speciali che hanno coinvolto anche le Frecce Tricolori, con due passaggi in formazione serrata che hanno regalato ai passeggeri a bordo e all’intera città il caratteristico cielo colorato di verde, bianco e rosso. A conclusione della giornata, uno spettacolo di oltre 3.000 fuochi d’artificio sparati da tre punti diversi del Molo Audace.

.

Lo spettacolo dei fuochi d’artificio a Trieste

L’entrata in servizio di Costa Venezia rappresenta un momento chiave della storia di Costa Crociere, per diverse ragioni.
E’ innanzitutto un ulteriore prodotto della preziosa partnership storica con Fincantieri. Un rapporto fondamentale per entrambi gli attori e che con Costa Venezia trova nuovi spazi e confini, arrivando oggi ad esplorare un mercato ancora poco conosciuto e con grandi potenzialità.
La nuova nave, poi, è la prima concreta risposta del Gruppo Costa alle aspettative ed esigenze di un pubblico orientale, con caratteristiche culturali e abitudini di consumo proprie. In particolare, il concept di prodotto portato a bordo, va ad abbracciare il target delle famiglie con ragazzi, considerato strategico per l’ulteriore sviluppo del brand e più in generale dell’intero comparto in quell’area.

.

La naming ceremony ed il video tour completo


Costa Venezia è poi espressione di una strategia aziendale precisa, volta a consolidare e soprattutto conquistare nuove quote di mercato. In un contesto attuale in cui si stima a 2,5 milioni il numero di crocieristi cinesi movimentati ogni anno, ovvero meno del 2% del totale della popolazione che viaggia all’estero, è evidente come le potenzialità siano enormi ed in buona parte ancora non del tutto esplorate. E Costa Venezia, destinata alla flotta Costa Asia, che vede il manager Mario Zanetti quale Direttore Generale, rappresenta la risposta fornita a quel mercato dalla Compagnia. Una nave che unisce servizi ed intrattenimenti pensati per un pubblico orientale e che, allo stesso tempo, vuole essere espressione per quel pubblico dell’Italian Style, tanto apprezzato in tutto il mondo.

Il risultato è una nave interamente dedicata a Venezia, tra le città italiane più famose ed apprezzate in tutto il globo, e che proprio dalla Serenissima, dai suoi luoghi, piazze e dai suoi personaggi e simboli più famosi, trae ispirazione per le aree comuni, per i suoi arredi e colori ed i suoi ristoranti, con l’intento di far scoprire agli ospiti cultura e stile di vita italiani, grazie ad un prodotto fortemente caratteristico e coerente con i valori del brand italiano Costa.
Ne sono un esempio due autentiche gondole installate a bordo e prodotte dagli artigiani dello Squero di San Trovaso; i due ristoranti principali, Marco Polo e Canal Grande, dove è stato ricreato il Canal Grande, con l’opportunità di accomodarsi a tavola vicino ad una gondola e ammirare il “Ponte dei Sospiri”.
Oltre quindi ad una vasta selezione di piatti della cucina cinese, la nave propone anche diverse specialità della cucina italiana. Il Ristorante Casanova, ad esempio, vanta uno speciale menu messo a punto dallo chef italiano Umberto Bombana del celebre ristorante tre stelle Michelin “8 ½ – Otto e Mezzo Bombana”. Ed ancora la Napoli Pizza, che sforna fino a tarda sera autentiche pizze, preparate da un pizzaiolo italiano con ingredienti D.O.P. e impasti a base di lievito madre.

.

Le Frecce Tricolori celebrano Costa Venezia

Sul fronte orientale, invece, non manca la cucina giapponese con lo Yan Teppanyaki, così come il Lu Hot Pot, un caratteristico ristorante asiatico che propone un metodo di cucina tradizionale orientale con oltre 1.000 anni di storia. Una grande pentola piena di brodo e disponibile per ciascun tavolo, consente agli ospiti di cucinare la propria selezione di pesce, carne e verdura.
Come parte integrante della proposta gastronomica complessiva, inoltre, non manca lo street food a bordo, tra cui il tradizionale Dim Sum cinese con diversi tipi di pietanze cotte al vapore o fritte.

Servizi ed intrattenimenti a bordo sono l’espressione di altrettanta cura ed attenzione ad entrambe le culture: party in costume per rivivere le atmosfere del Carnevale di Venezia, si alternano a momenti di festa tipicamente cinesi, come il Golden Party, ricco di divertimento, balli, sorprese e premi. Ed ancora gli spettacoli del Teatro Rosso, i viaggi virtuali su un’autentica gondola veneziana tra i canali di Venezia e la Lounge delle Stelle, per far sentire gli sopiti come vere star sul red carpet.
Ma Costa Venezia offre anche uno degli intrattenimenti orientali più popolari, grazie a 11 stanze dedicate esclusivamente al karaoke. Infine, agli ospiti delle cabine Star e delle Suite, la possibilità di assistere ad un’esclusiva sfilata Bulgari, una sorta di preview di ciò che può essere acquistato a bordo presso le boutique duty-free San Marco e Galleria, il più ampio spazio dedicato allo shopping della flotta, dove poter acquistare marchi di lusso come Tiffany, Bulgari, Cartier e tanti altri.

.

Costa Venezia lascia lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone

Con una stazza lorda di 135.500 tonnellate ed una capacità di 5.200 ospiti, Costa Venezia è la più grande nave introdotta da Costa nel mercato cinese, dove la compagnia è entrata per prima nel 2006. Il progetto ha complessivamente coinvolto migliaia di lavoratori dei cantieri e dipendenti dell’indotto. I benefici per l’occupazione non hanno riguardato solo i cantieri ma, soprattutto per l’allestimento degli interni, anche imprese esterne, la maggior parte delle quali italiane.

La prima crociera di Costa Venezia è salpata da Trieste ieri, diretta in Grecia e Croazia. Il prossimo 8 marzo la nave tornerà a Trieste da dove partirà per la crociera inaugurale: un suggestivo viaggio di 53 giorni alla volta del Mediterraneo, Medio Oriento, sud-est asiatico e l’Asia Orientale, prima di arrivare a Tokyo. Dal 18 maggio, poi, il posizionamento a Shanghai con itinerari dedicati esclusivamente agli ospiti cinesi.

.

 

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!