NCL, tutte le novità dal refit multimilionario di Norwegian Joy

Costruita solo due anni fa per il mercato cinese, la Norwegian Joy “occidentalizzata” ha appena debuttato a Vancouver dopo una trasformazione del valore di oltre $ 50 milioni, portato avanti per adattarla al mercato occidentale.

Siamo felici. Molto felici. E ‘stato un progetto imponente” – ha affermato Robin Lindsay, Executive Vice President della flotta Norwegian Cruise Line Holdings – “Per la Cina, la nave aveva un’enorme quantità di spazio al dettaglio e casinò. Ciò è stato ridotto e abbiamo creato bar, saloni e ristoranti che non esistevano “.

Tra le principali novità:

    • Un grande lounge panoramico che ha richiesto la rimozione di 22 delle 95 cabine concierge – categoria esistente solo sulla Joy;
    • la sostituzione di un’area shopping e della sala da tè con The Local Bar and Grill, un ristorante informale aperto 24 ore su 24;
    • L’introduzione di “Q” Texas Smokehouse, location “molto popolare” su Norwegian Bliss;
    • L’area destinata al ristorante, ha sostituito il Norwegian Joy’s Supper Club ed è stata completamente riprogettata, con l’aggiunta anche di un bar;
    • Confermato l’American Diner, ristorante basato sui menù e sulla location dei classici dinner americani;
    • La spa e l’area fitness sono state ampliate, così come il numero di sale per trattamenti. Conseguentemente sono state spostate le attrezzature della palestra nello spazio originariamente occupato dal Noodle Bar (al ponte superiore);
    • Il Serenity Park – pensato originalmente per il tai chi e lo yoga – è stato trasformato nel lido principale, attrezzato con sdraio e lettini per prendere il sole;
    • La pista da go-kart è stata allungata di 20 metri e ed allargata, consentendo ora ai kart di superare quelli che precedono;
    • Diverse novità del Galaxy Pavilion, l’area gioco al chiuso, che ha visto l’introduzione di ulteriori giochi di realtà virtuale, nonché il club per adolescenti, Entourage;
  • Novità anche a teatro per quando riguarda la produzione, con nuovi show di produzione tra cui  “Footloose”.

Norwegian Joy continuerà a distinguersi dalle altre navi NCL per la mancanza di Studios (le cabine per single). Cambia inoltre il numero di cabine totali, ora pari a 1.902.

Dopo il restyling, il presidente e CEO di NCL, Andy Stuart, ha definito Joy “quasi una sorella gemella di Bliss“.

La nave ha lasciato la Cina l’11 marzo e ha trascorso 47 giorni presso il cantiere navale di Sembawang a Singapore, salpando da lì il 6 aprile. Ha fatto tappa a Taiwan e Yokohama, in Giappone, per ultimare alcuni lavori, prima di arrivare a Seattle il 20 aprile.

La nave trascorrerà un anno intero sulla costa occidentale degli Stati Uniti, navigando in Alaska da Seattle, poi da Los Angeles verso la Riviera messicana e il Canale di Panama e ritorno in Alaska. Joy si riposizionerà a Miami per il servizio dei Caraibi nell’inverno 2020/21. Sarà basata a New York nell’aprile del 2021 per le crociere Bermuda e Canada/New England.

www.ncl.com/it/it/

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!