Aggiornamento crociere a Cuba: tutte le modifiche delle compagnie dopo le ultime decisioni americane dell’Amministrazione Trump

A seguito di una recente dichiarazione del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti riguardante i viaggi a Cuba, tutte le principali compagnie di crociera stanno in queste ore modificando le programmazioni ed informando i passeggeri circa variazioni degli itinerari che interessano l’isola e relativi rimborsi. Tra le varie novità introdotte in materia, In particolare è stata sospesa l’autorizzazione preventiva che consentiva alle navi da crociera e ai loro ospiti di viaggiare dagli Stati Uniti verso Cuba.

“L’OFAC (Office of Foreign Assets Control) ha presentato alcuni emendamenti ai Regolamenti di controllo dei beni cubani (CACR) in attuazione della politica estera del Presidente americano su Cuba”, si legge in una dichiarazione del dipartimento USA. In breve, gli Stati Uniti non consentiranno più ai cittadini americani di viaggiare verso l’isola. “Cuba continua a svolgere un ruolo destabilizzante nell’emisfero occidentale, fornendo un punto di appoggio comunista nella regione e sostenendo gli avversari statunitensi in posti come il Venezuela e il Nicaragua, fomentando l’instabilità, minando lo stato di diritto e sopprimendo i processi democratici“, ha detto il segretario al Tesoro Steven Mnuchin. “Questa amministrazione ha preso una decisione strategica per invertire l’allentamento delle sanzioni e altre restrizioni sul regime cubano. Queste azioni aiuteranno a tenere i dollari USA fuori dalla portata dei servizi militari, di intelligence e di sicurezza cubani “.

Inevitabili le ripercussioni anche sull’industria crocieristica: saranno interessate decine di partenze di numerosi compagnie che offrono scali giornalieri e pernottamenti a L’Avana. Nel 2018, secondo il Ministero del Turismo di Cuba, circa 800.000 viaggiatori hanno visitato Cuba sulle navi di 17 linee. Gli operatori si stanno dando da fare in queste ore per sostituire gli scali – molto probabilmente, nelle vicine Bahamas – e valutare eventuali risarcimenti.

Siamo delusi dal fatto che le crociere non si potranno più effettuare a Cuba“, ha dichiarato Adam Goldstein, presidente della Cruise Lines International Association. “Questa situazione va purtroppo fuori dal nostro controllo, siamo sinceramente dispiaciuti per tutti gli ospiti che non vedevano l’ora di prenotare i loro itinerari a Cuba.”

MSC CROCIERE

Come conseguenza dei cambiamenti ai regolamenti statunitensi, MSC Armonia, con home-port a Miami, non è più autorizzata a fare scalo a L’Avana. Gli aggiornamenti sugli itinerari caraibici di MSC Armonia sono attesi per oggi, 6 giugno 2019.

 

 

ROYAL CARIBBEAN

La compagnia ha dichiarato che le proprie unità visiteranno porti alternativi tra cui Key West, Nassau, Costa Maya e Perfect Day a CocoCay. I passeggeri avranno la possibilità di annullare il viaggio ed ottenere  un rimborso completo o mantenere la loro partenza con un nuovo itinerario con un rimborso del 50%

Con effetto immediato, il governo degli Stati Uniti ha implementato nuove regole che proibiscono il viaggio dagli Stati Uniti a Cuba in nave da crociera. Questo cambiamento ci impone di sostituire immediatamente tutti gli scali cubani. Per le partenze 2019 di Majesty of the Seas e Empress of the Seas, abbiamo assicurato porti alternativi e stiamo comunicando i nuovi itinerari ai nostri ospiti e partner di viaggio. In questi casi gli ospiti avranno la possibilità di accettare il nuovo itinerario e ricevere un rimborso del 50% o, in alternativa, potranno annullare la crociera e ricevere un rimborso completo. Per le partenze del 2020 su Majesty e Empress of the Seas, stiamo lavorando per garantire itinerari alternativi e ci aspettiamo di essere in grado di comunicare ai nostri ospiti e partner di viaggio le variazioni entro la prossima settimana. 

 

CARNIVAL CORP. (Carnival Cruise Line, Princess Cruises, Costa, P&O, Seabourn, Holland America)

Canival Corp. ha confermato che alla compagnia non sarà più permesso di navigare a Cuba con effetto immediato. Attualmente il Gruppo vedeva impegnati a Cuba i brand Carnival Cruise Line e Holland America Line, mentre Seabourn avrebbe dovuto iniziare la navigazione da novembre. Di seguito il comunicato ufficiale della compagnia:

Vogliamo fornire importanti informazioni sul tuo prossimo viaggio a L’Avana, Cuba. Il governo degli Stati Uniti ha imposto una serie di nuove sanzioni a Cuba che proibiscono i viaggi a bordo delle navi da crociera e il ritiro di alcune categorie di viaggi già autorizzati, che in precedenza consentivano ai cittadini degli Stati Uniti di visitare Cuba nell’ambito del programma “People for People”. Con effetto immediato, il viaggio in nave da crociera non è più consentito e dobbiamo annullare i nostri scali a L’Avana.

Stiamo notificando ai nostri ospiti i loro nuovi itinerari e le loro opzioni. Le possibilità per gli ospiti sono le seguenti:

Accettare il nuovo itinerario e ricevere un credito a bordo di US $ 100,00 a persona

• Scegliere un altro itinerario e ricevere un credito a bordo di US $ 50,00 a persona.

• Annullare la vacanza e ricevere un rimborso completo.

NORWEGIAN CRUISE LINE

 

Abbiamo cessato tutti gli scali verso il paese e stiamo modificando le rotte programmate in precedenza, a seconda dei casi. Ringraziamo i nostri ospiti e partner di viaggio per la loro pazienza; continueremo naturalmente a condividere le informazioni con loro non appena saranno disponibili ulteriori dettagli.

 

VIRGIN VOYAGES

Siamo delusi per le restrizioni di viaggio che eliminano le crociere a Cuba, ma la bellezza del viaggio in mare è che abbiamo la possibilità di adattare i nostri itinerari quando necessario“, ha comunicato Virgin in una nota. “Il nostro team sta lavorando duramente per apportare le modifiche necessarie a tutti gli itinerari interessati che prevedevano una sosta a L’Avana il prossimo anno e annunceremo le rotte aggiornate all’inizio della prossima settimana“.

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!