Crociere ai Caraibi: disordini a Porto Rico contro il Governatore dell’Isola. Cancellati gli scali di alcune crociere

A causa di proteste sociali scoppiate ormai da qualche giorno a San Juan, sull’isola di Porto Rico, diverse navi da crociera sono state costrette a cancellare gli scali programmati verso l’isola.
Le ultime notizie in tal senso arrivano da MSC Crociere e Celebrity Cruises che hanno ufficializzato nelle ultime ore la cancellazione delle soste all’isola previste per la giornata di oggi, 22 luglio, rispettivamente per MSC Seaside e Celebrity Equinox.
Le due variazioni, alla base delle quali è stato ovviamente posto un accento particolare sulla priorità per le Compagnie di garantire sempre la massima sicurezza degli ospiti e dell’equipaggio, seguono a quelle di Empress of the Seas e Harmony of the Sea,s che hanno rispettivamente saltato lo scalo il 16 e il 17 luglio scorsi.

 

Le proteste nell’isola fanno seguito alle dimissioni richieste al governatore di Porto Rico, Ricardo Rossello, dopo un’indagine sulla corruzione locale, nata da alcune chat trapelate. Finora Rossello si è rifiutato di dimettersi causando scompiglio sull’isola e numerose proteste, che fortunatamente però fino ad oggi non hanno comportato feriti o gravi danni.
L’impatto sull’industria crocieristica e sull’economia locale, tradizionalmente basata soprattutto sul turismo, proseguirà anche nei prossimi giorni e comunque fino a a quando la situazione politica locale non troverà una soluzione, così da far cessare i disordini in corso.

Al momento non sono previste modifiche agli itinerari di altre navi, né cancellazioni per le crociere in partenza da San Juan a bordo della Carnival Fascination e della Freedom of the Seas di Royal Caribbean, ma si tratta di una situazione in continuo monitoraggio e soggetta a possibili e ulteriori modifiche. 

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!