Uragano Dorian, il Presidente Trump chiede aiuto alle compagnie di crociera. Aggiornamento situazione

Dopo gli effetti devastanti dell’uragano Dorian sulle Bahamas, anche il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump è sceso in campo per invitare le compagnie di crociera ad aiutare ulteriormente la popolazione colpita. L’ha fatto con un messaggio su Twitter:

 

Le compagnie non sono effettivamente estranee dall’offrire le proprie navi da crociera in aiuto: in passato, ad esempio, Carnival Fascination e Grand Celebration vennero noleggiate alla FEMA, l’Ente federale americano per la gestione delle emergenze, in seguito agli uragani del 2017.
Nell’attualità i residenti sfollati e gli operatori d’emergenza a Grand Bahama sono a corto di alloggi: le navi da crociera e i traghetti potrebbero anche in questa occasione fornire potenzialmente assistenza preziosa.

Qual è la situazione attuale dopo il passaggio di Dorian e quali sono le Compagnie impegnate in attività di assistenza alle Bahamas?

Carnival

Carnival Cruise Line, inseme a Carnival Foundation e alla Micky & Madeleine Arison Family Foundation, si sono impegnate a donare 2 milioni di dollari in finanziamenti e sostegni in natura per soccorrere la popolazione delle Bahamas.
La compagnia ha anche annunciato una partnership con la Tropical Shipping e The Bahamas National Emergency Management Agency (NEMA) per raccogliere e consegnare alimenti e forniture approvati dalla NEMA e donati nelle contee di Broward, Miami-Dade e Palm Beach.

Royal Caribbean

Ammonta a un milione di dollari in aiuti l’impegno di Royal Caribbean in favore della popolazione colpita dall’uragano Dorian.
Giovedì scorso Empress of the Seas ha attraccato al largo delle coste dell’isola di Grand Bahama per fornire cibo, acqua, attrezzature e forniture necessarie.

Abbiamo scaricato 10.000 pasti, 10.000 bottiglie d’acqua, nonché forniture mediche, generatori e altra attrezzatura“, ha comunicato l’Azienda.

L’impegno proseguirà anche nei prossimi giorni: sono già state previste variazioni degli itinerari per far arrivare le navi a Freeport, così da consentire la consegna di altro cibo.

.

Norwegian

Il Gruppo Norwegian ha annunciato il rilancio di Hope Starts Here, la campagna di soccorso contro l’uragano, in collaborazione con All Hand and Hearts, ed ha confermato un impegno minimo di un milione di dollari da utilizzare per soccorsi immediati a favore della popolazione. Norwegian ha anche assicurato ulteriori donazioni per aiutare a ricostruire le isole, partendo da opere di pulizia e rimozione dei detriti.

Lo scorso 5 settembre, inoltre, Norwegian Breakaway ha lasciato Miami con diversi aiuti donati dall’Azienda e dai suoi dipendenti, oltre a oggetti raccolti da diverse fondazioni e organizzazioni locali.

.

MSC Crociere

MSC Crociere ha inviato una delegazione composta dai senior manager del team statunitense e dai vertici di MSC Foundation per identificare tempestivamente – con il sostegno delle autorità e delle principali organizzazioni di soccorso locali – le esigenze prioritarie a cui far fronte. La missione è volta anche a comprendere come il Gruppo possa concretamente supportare, nel breve e nel lungo periodo, le necessità di finanziamento della popolazione locale e delle imprese, nell’ambito del processo di ricostruzione a seguito del passaggio dell’uragano Dorian.

In questa fase iniziale, oltre a fornire e consegnare beni di prima necessità, gli sforzi del Gruppo MSC si concentreranno sulla realizzazione di alloggi modulari prefabbricati semi-permanenti per la popolazione delle aree più colpite dall’uragano e sulla messa a disposizione di navi cargo in servizio dagli Stati Uniti a Freeport e Marsh Harbour, principale porto container delle Isole Abaco.

Bahamas Paradise Cruise Line

La compagnia ha inviato la Grand Celebration giovedì scorso a Freeport, in missione umanitaria da Palm Beach. La nave era carica di cibo, acqua e altri rifornimenti, così come di primi soccorritori e volontari.

Grand Celebration trasporterà anche gratuitamente tutti i residenti delle Bahamas rimasti bloccati nel sud della Florida.

.

Disney Cruise Line

Walt Disney Company ha stanziato oltre 1 milione di dollari e supporti in natura per aiutare e soccorrere la popolazione delle Bahamas.

Il sostegno, oltre alla donazione, prevede anche il coinvolgimento di agenzie di soccorso senza scopo di lucro per attività di recupero e ricostruzione, nonché la forniture di alimenti ed altri beni di prima necessità nelle aree colpite.

.

Le isole private delle Compagnie

Fortunatamente per le principali compagnie ed i loro passeggeri, molte isole private sono state per lo più risparmiate dall’uragano e dovrebbero riaprire in tempi brevi.

Perfect Day at CocoCay di Royal Caribbean è stata tra le isole più vicine al percorso dell’uragano. Non si segnalano gravi danni ma molti sono i detriti e gli alberi abbattuti da sistemare. “Abbiamo iniziato a lavorare il più rapidamente possibile e ci scusiamo per alcuni lavori ancora in corso”.  L’isola ha riaperto sabato scorso.

 
 
 

Nelle vicinanze, Great Stirrup Cay della Norwegian Cruise Line resta al momento chiusa, mentre alcuni funzionari lavorano per valutare la gravità dei danni. Gli scali verso l’isola dovrebbero riprendere venerdì 13 settembre.

Chiusa anche Half Moon Cay del gruppo Carnival Corporation. Si lavora per eliminare i detriti e sistemare la spiaggia; Holland America Line prevede di tornare a fare scalo il 21 ottobre, mentre Carnival Cruise Line riprenderà giovedì 12 settembre.
Anche Princess Cay di Princess Cruises riaprirà il prossimo giovedì.

Tornerà invece ad essere operativa venerdì 13 settembre Castaway Cay, la destinazione privata Disney. La compagnia ha fatto sapere che è al momento impegnata a ripulire il paesaggio, effettuare piccole riparazioni e valutare alcuni danni subiti al molo.

Infine, la costruzione della nuova Ocean Cay MSC Marine Reserve al largo della costa meridionale della Florida dovrebbe riprendere tra un paio di giorni. L’isola non avrebbe subito danni particolarmente rilevanti ed è al momento confermata la previsione di apertura al grande pubblico per il prossimo mese di novembre.

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!