Italian Cruise Day, il Gruppo Costa genera in Europa 12,6 miliardi di Euro e oltre 63.000 posti di lavoro

In occasione dell’Italian Cruise Day, il Gruppo Costa Crociere conferma il suo contributo positivo per l’economia europea e italiana. In base allo studio realizzato da Deloitte & Touche, Università di Genova e Università di Amburgo, l’impatto economico totale generato dal Gruppo Costa Crociere nel 2018 in Europa è pari a 12,6 miliardi di euro e oltre 63.000 posti di lavoro (Full Time Equivalent).  

Sono l’Italia e la Germania a guidare il gruppo dei Paesi europei nei quali il Gruppo Costa Crociere (di cui fanno parte i marchi Costa Crociere e AIDA Cruises) genera il maggior valore. In particolare l’Italia, casa della compagnia da oltre 70 anni, può contare su un impatto economico di 3,5 miliardi di euro, mentre dal punto di vista occupazionale sono circa 17.000 i posti di lavoro creati, di cui 3.200 diretti, totale che comprende anche il personale di bordo imbarcato sulle navi battenti bandiera italiana della flotta Costa. 
Significativo è anche il numero dei fornitori e partner italiani con cui la compagnia collabora, oltre 4.700, tra cui Fincantieri e grandi marchi dell’eccellenza italiana nei settori del design e del food&beverage. L’Italia è anche tra le prime destinazioni delle navi del Gruppo Costa Crociere, con 3,2 milioni di passeggeri movimentati e 852 scali in 20 differenti porti nel 2018. 

Una delle voci più rilevanti per quanto riguarda l’impatto economico a livello europeo ed italiano del Gruppo Costa è la spesa generata direttamente dagli ospiti nelle varie tappe della crociera, pari ad un valore medio di 74,60 euro a passeggero in ogni porto europeo toccato dalle navi della compagnia. Parallelamente, a conferma dell’importanza del settore nella promozione turistica del territorio, il 60% degli ospiti dichiara di voler tornare nelle destinazioni visitate. 

La spesa diretta proveniente dagli ospiti Costa è destinata ad un aumentare, in particolare in Italia, grazie all’arrivo a fine novembre 2019 dell’ammiraglia Costa Smeralda, attualmente nelle fasi finali di allestimento presso il cantiere Meyer di Turku, in Finlandia. Infatti, nel corso del suo itinerario di una settimana giorni nel Mediterraneo occidentale, Costa Smeralda visiterà ben cinque diversi porti italiani: Savona, con 72 scali, e Civitavecchia, con 71 scali, da novembre 2019 ad aprile 2021; La Spezia, con 25 scali, nell’inverno 2019/20; Cagliari, con 18 scali, nell’estate 2020; Palermo, con 28 scali, nell’inverno 2020/21.

La crescita in termini di passeggeri e impatto garantita dalla nuova ammiraglia avverrà in maniera sostenibile, dal momento che Costa Smeralda, così come la gemella Costa Toscana in consegna nel 2021, sarà la prima nave Costa alimentata a gas naturale liquefatto, il combustibile fossile più “pulito” al mondo, in grado di garantire un basso impatto ambientale. L’utilizzo dell’LNG permette infatti di eliminare quasi totalmente le emissioni di ossidi di zolfo e particolato.

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!