Crisi da coronavirus? In Croazia la speranza di un ritorno alla normalità con l’avvio della costruzione del super yacht Scenic Eclipse II

Arriva dalla Croazia un timido ma importante segnale di ripresa per l’industria crocieristica. E’ infatti iniziata lo scorso 24 aprile la costruzione della nave di lusso “Eclipse II”, commissionata dal gruppo australiano Scenic che aveva già fatto realizzare in passato e sempre in Croazia la Scenic Eclipse.

Il Gruppo ha in programma di costruire altre quattro unità gemelle nei cantieri 3.Maj, per un progetto del valore complessivo di oltre 860 milioni di euro.

L’avvio dei lavori è stato celebrato in cantiere alla presenza del ministro dell’Economia locale, Darko Horvat, che ha ricordato durante il suo intervento come la commessa sia la prima ad essere realizzata negli ultimi quattro anni di attività del cantiere navale.
Saša Čokljat, amministratore delegato della MKM Yachts, filiale croata del Gruppo Scenic, ha invece illustrato il nuovo modello di business che ha portato la filiale a prendere in concessione una parte del cantiere al fine di ultimare le commesse.

Oggi, in piena crisi da coronavirus, stiamo avviando una nuova attività che rafforzerà la flotta di Scenic, così come il cantiere di Fiume. Mentre altre compagnie hanno sospeso i loro progetti, Scenic e 3.Maj iniziano a creare un nuovo futuro sia per Scenic che per l’industria cantieristica croata”, ha commentato Čokljat.

Eclipse II sarà la nave gemella di Scenic Eclipse, un grande yacht di lusso a 6 stelle progettato per le spedizioni ad entrambi i poli e già decretata quale migliore nave di lusso al mondo del 2019.

Scenic Eclipse è stata costruita a Uljanik e completata dal proprietario stesso anziché dal cantiere, per problemi finanziari del cantiere, poi degenerati al fallimento, che avrebbero potuto compromettere seriamente la commessa. Di fronte alla proposta di accettare garanzie statali per un controvalore di circa 50 milioni di euro, Scenic decise di mantenere la nave e di continuarne la costruzione con proprie risorse. Un team di ingegneri e progettisti navali, oltre a circa un migliaio di altri esperti ed operai, lavorarono incessantemente per il completamento della nave. Nonostante le difficoltà, il risultato finale fu eccellente, tanto che il proprietario di Scenic Group, l’uomo d’affari australiano Glen Moroney, ha da allora deciso di continuare a costruire le sue navi in Croazia.

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!