Emergenza Covid-19: Norwegian Cruise Line, Cunard e P&O estendono la sospensione delle attività

Prosegue lo stop delle attività da parte delle compagnie di crociera dovuto all’emergenza coronavirus e alle conseguenti limitazioni alla mobilità e ai viaggi imposte dai governi mondiali. Se la maggior parte dei player hanno confermato il fermo fino a fine maggio, arriva da Cunard e P&O Cruises, entrambe appartenenti al Gruppo Carnival, l’ulteriore proroga della sospensione delle attività fino a fine luglio, con previsioni quindi di ripartenza per il primo agosto.
Cunard ha inoltre precisato che tutte le crociere di quest’anno originariamente previste in Alaska fino al prossimo 8 settembre a bordo di Queen Elizabeth, sono state cancellate.

In direzione analoga la decisione di Norwegian Cruise Line Holdings che gestisce i marchi Norwegian Cruise Line, Oceania Cruises e Regent Seven Seas Cruises: viaggi cancellati fino al prossimo 30 giugno.

Ci impegniamo a prevedere tutte le misure appropriate per combattere la diffusione del COVID-19 e abbiamo quindi esteso la nostra sospensione globale dei viaggi fino al 30 giugno. Continuiamo a lavorare a stretto contatto e collaborazione con i centri U.S. CDC, le autorità globali di salute pubblica, i governi statale e federale per andare a implementare i nostri già di per sè rigorosi protocolli di salute e sicurezza e garantire che i nostri marchi siano pronti a riprendere in sicurezza le operazioni con questi nuovi protocolli in atto“, ha dichiarato Frank Del Rio, Presidente e Amministratore Delegato di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. “I nostri team stanno lavorando 24 ore su 24 per fare ciò che è giusto per i nostri affezionati ospiti e stimati partner di viaggio, di cui apprezziamo molto la comprensione in questo periodo in cui dobbiamo continuare ad adattarci a un ambiente sanitario globale in continua evoluzione“.

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!