Meyer Turku taglia 166 posti di lavoro nel primo round di trattative sindacali

Il cantiere finlandese Meyer Turku licenzierà definitivamente 166 persone quale conseguenza di una prima trattativa sindacale scatenata dalla crisi legata alla pandemia di coronavirus.
Il numero include 86 operai e 80 impiegati.
A causa del piano di produzione del cantiere in drastica riduzione, le trattative sindacali riguarderanno anche i reparti di allestimento, di desing e le funzioni HR e proseguiranno nelle prossime settimane, con previsioni di conclusione entro l’anno.

Meyer Turku ha specificato che si tratta di un passaggio purtroppo obbligatorio, conseguenza diretta della crisi da coronavirus che ha drasticamente cambiato il panorama della crocieristica e della costruzione navale.

Lo scorso mese di aprile, il cantiere aveva annunciato l’obiettivo di diluire le costruzioni e le consegne del portafoglio ordini fino al 2025, così da garantire anche il lavoro per i prossimi cinque anni. Recentemente, come ulteriore misura di contenimento dei costi, l’avvio delle trattative per eliminare definitivamente 450 posti di lavoro.

A fronte dei licenziamenti, Meyer Turku ha avviato un programma di transizione che offre guida personale, supporto e formazione specializzata per assistere i lavoratori licenziati.

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!