Costa Crociere scalda i motori per la ripartenza: domenica da Trieste la prima crociera post lockdown

Mancano due giorni alla ripartenza di Costa Crociere dopo il lungo periodo di lockdown e fermo totale delle attività. Domenica 6 settembre salperà infatti da Trieste la Costa Deliziosa per un itinerario tutto italiano di 7 notti alla volta di Bari, Brindisi, Corigliano-Rossano, Siracusa, Catania e Trieste. 
Riservato ad un pubblico esclusivamente italiano per garantire la massima sicurezza e una ripartenza responsabile, il viaggio di Costa Deliziosa verrà ripetuto per le altre tre successive date del 13, 20 e 27 settembre, mentre Costa Diadema proporrà invece nell’unica data del 19 settembre una crociera di 7 notti nel Mediterraneo Occidentale. 
Confermato invece, al momento fino al 30 settembre 2020, il fermo di tutte le altre navi della flotta.

Per assicurare serenità ai passeggeri, agli equipaggi e alle popolazioni dove le navi faranno scalo, Costa Crociere ha sviluppato, con il supporto scientifico di esperti indipendenti in sanità, il Costa Safety Protocol, un protocollo che contiene nuove procedure operative adeguate alle esigenze di risposta alla situazione COVID-19, relative a ogni aspetto dell’esperienza in crociera, sia a bordo sia a terra. Le procedure individuate sono frutto di un lavoro intenso che ha permesso alla Compagnia di ottenere anche la certificazione Biosafety Trust Certification, relativa alla prevenzione del rischio biologico a bordo delle navi da parte del RINA.

Siamo riusciti a creare un protocollo che garantisce la massima sicurezza per clientela ed equipaggio ma senza snaturare il contenuto della vacanza”, commenta Carlo Schiavon, country manager Italia di Costa Crociere. “Abbiamo ridotto la capacità delle navi, rivisti gli spazi a bordo e provvederemo ad effettuare il test diagnostico antigenico con tampone a tutti gli ospiti imbarcanti. Lo svolgimento del test sarà gestito all’interno delle più ampie procedure di pre-imbarco che sono state definite in base ai protocolli delle autorità sanitarie e del Costa Safety Protocol. L’effettuazione del test antigenico con tampone rapido permetterà di individuare eventuali casi sospetti di virus Sars-Cov-2, che potranno essere sottoposti a un test PCR per le verifiche più approfondite, al fine di stabilire se l’ospite è idoneo a salire a bordo”.

 

 

 

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!