Crociere USA: da Florida e Alaska un disegno di legge per far ripartire l’industria

Proseguono negli Stati Uniti le iniziative volte a far ripartire l’industria crocieristica. I senatori repubblicani della Florida e dell’Alaska, due tra gli stati più colpiti in assoluto dalle restrizioni del governo legate alla pandemia, hanno presentato un disegno di legge che dovrebbe consentire la ripresa delle crociere entro il prossimo 4 luglio.

Il Cruise Act – questo il suo nome – dovrà ora affrontare diversi passaggi approvativi dall’esito non scontato, ma potrebbe aiutare a fare pressione sui regolatori per allentare i freni che hanno imposto all’intero settore, da più di anno, un fermo pressoché totale.

I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie americani hanno revocato il divieto alle crociere lo scorso ottobre, sostituendolo però con una struttura di regole e requisiti necessari alla ripartenza delle attività talmente articolato che nessun operatore è ad oggi ancora riuscito a completare.
 I CDC hanno già confermato che le crociere potranno riprendere entro la metà dell’estate secondo il quadro normativo esistente, ma l’industria afferma che occorrono 90 giorni per prepararsi a salpare nuovamente e ora vuole rassicurazioni e certezze.

I Caraibi, alimentati dai porti della Florida, sono la principale destinazione del settore, mentre l’Alaska è al secondo posto negli Stati Uniti.
Il fermo delle attività ha portato a enormi perdite a Carnival Corporation, Royal Caribbean Cruises e Norwegian Cruise Line Holdings, i più grandi operatori mondiali.

Il disegno di legge appena messo a punto revocherebbe l’ordine condizionale dei CDC entro il 4 luglio, il giorno dell’indipendenza degli Stati Uniti, termine che il neo Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha fissato come obiettivo per gli americani di riprendere gli incontri e le riunioni in piccoli gruppi. E’ improbabile che possa riscuote successo in Senato, attualmente controllato dai Democratici, o che trovi sostengo alla Casa Bianca, la cui posizione è sempre stata coerente con le raccomandazioni dei CDC, ma potrebbe rappresentare uno strumento utile per generare pressione alle Istituzioni, affinché vengano individuate e definite tempistiche certe di riavvio delle attività.

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!