Italy-India: come scoprire l’India con occhi italiani

Con un magazine online dal design innovativo, Gruppo Zenit racconta un grande Paese con cui collabora quotidianamente e che impara a conoscere giorno dopo giorno.

 

[dropcap]E[/dropcap]siste un Paese dove un Tablet tecnologicamente all’avanguardia che costa solo 45 euro convive con una banca dati dove il destino di ogni uomo sulla terra è scritto su foglie di palma. Un Paese dove il successo di un videoclip è decretato in larga misura dalla diffusione su youtube mentre quello di un elefante è segnato dal numero delle sue unghie. Questo paese è l’India, cui ora è dedicato il magazine online http://italy-india.gruppozenit.com ovvero una innovativa proposta realizzata da Gruppo Zenit.

Gruppo Zenit è stata una fra le prime realtà italiane di Information Technology a collaborare con l’avanguardia tecnologica del subcontinente indiano: nel Technopark di Trivandrum, nello stato del Kerala, abilissimi sviluppatori indiani collaborano con designer e progettisti italiani.
Un rapporto quotidiano costruito sulla capacità di valorizzare costantemente i valori professionali e umani che contraddistinguono le differenti culture dei nostri Paesi, e che ha portato Gruppo Zenit a immergersi nella cultura, nella storia, negli usi e nei costumi dell’India.

Questa esperienza, che cresce giorno dopo giorno, è alle radici del magazine italy-india.gruppozenit.com dedicato a chi vuole orientarsi fra gli usi e i costumi di un Paese ricco di storia e di cultura, di contraddizioni e di opportunità di sviluppo e dove tutto, dal passato al futuro, è sempre presente.

Il magazine è strutturato in tre macrosezioni:

INDIA COSA: numeri, notizie e curiosità di un Paese in continua evoluzione;

INDIA COME: informazioni, consigli utili e istruzioni per l’uso utilissime anche a chi voglia scoprire l’India per lavoro o per una vacanza;

INDIA CULT: storie, racconti e situazioni per evocare una realtà ricca di mille sfumature.

Questi contenuti, aggiornati quasi quotidianamente e rilanciati attraverso una fanpage su facebook, sono fruibili da tutti i media attualmente disponibili grazie al design con cui è stato progettato, tecnicamente definito adattivo.
Le foto e i testi, cioè, sono comodamente visualizzabili e leggibili su desktop come su laptop, su smartphone come su tablet adattandosi automaticamente alle differenti tipologie degli strumenti utilizzati per la fruizione, viaggiatore Web 2.0 compreso.

Una scelta che consente di rompere totalmente gli schemi classici di navigazione e di organizzazione dei contenuti con una struttura concettuale che fa di questo magazine un prodotto innovativo e sperimentale.
Una scelta che, come sempre accade per i progetti curati da Gruppo Zenit, non è dovuta soltanto al desiderio di utilizzare sempre le tecnologie più all’avanguardia, ma che ha profonde radici concettuali: la continua crescita della conoscenza di sé e del mondo con cui ci si rapporta è uno fra i punti di forza con cui l’India di oggi sta scrivendo il suo prepotente sviluppo industriale ed economico grazie anche alle nuove tecnologie della comunicazione.

Buon viaggio con Italy-India, dunque e… Namaste!