Royal Princess: istruzioni per l’uso (Recensione e Photo Gallery)

A distanza di cinque anni dall’ultimo varo, Princess Cruises è tornata nei cantieri navali per proporre al mercato la sua nuova Ammiraglia: Royal Princess. Presentata fin dall’inizio come il frutto di un nuovo studio progettuale, Royal Princess, interamente costruita in Italia presso gli stabilimenti Fincantieri di Monfalcone nonché prototipo di una nuova classe di navi, è anche nei fatti innovativa e sorprendente.

Prima unità extra-large della flotta Princess, con le sue 141.000 tonnellate di stazza lorda Royal Princess propone, ai suoi oltre 3.500 ospiti, un’esperienza di crociera che può essere a buon diritto ricompresa nel segmento premium. Un ottimo compromesso tra le contemporary cruises e le più sofisticate ed elitarie proposte luxury.

Caratterizzata da un inconfondibile stile British, fatto di buone maniere e gentilezze a tratti quasi anacronistiche (o, forse, meno familiari a noi caldi “latini”), la crociera Princess è elegante nella sua essenza. Senza eccessi o sbavature, garantisce sempre servizi efficienti e un livello di assistenza puntuale e preciso.

Internazionale nella concezione e nell’offerta, la clientela proveniente da ogni parte del mondo (moltissimi i giapponesi, gli indiani e gli australiani a bordo durante questa crociera inaugurale oltre a, ovviamente, americani e inglesi) è coccolata da un equipaggio altrettanto multietnico.
Non stupisce quindi che a bordo si parli unicamente l’inglese, una scelta che rende annunci e comunicazioni essenziali e discreti.

Sapiente l’opera dell’architetto italiano Giacomo Mortola e dell’interior designer Teresa Anderson, che sono riusciti a creare una nave estremamente funzionale, semplice da vivere e particolarmente elegante nei suoi interni.

Ad iniziare dal suggestivo Atrio CentraleThe Atrium -, che regala a tutte le ore del giorno e della notte la piacevole illusione di trovarsi all’interno di un sontuoso palazzo d’epoca e che offre una straordinaria varietà di intrattenimenti: dall’aperitivo a uno snack veloce; da una pizza al gelato artigianale. Ed ancora: dalla degustazione di pregiati vini, alla buona musica, ogni occasione è buona per accomodarsi in una delle morbide poltrone imbottite della piazza per vivere attimi di crociera rilassanti e raffinati.

Durante la nostra settimana a bordo, abbiamo avuto modo di sperimentare tutte le principali caratteristiche di Royal Princess ed oggi, a conclusione del viaggio, proponiamo come di consueto le nostre istruzioni per l’uso.

La nave, che rientra nel segmento delle più grandi unità da crociera esistenti, offre un ottimo rapporto spazio/passeggero e consente di vivere le diverse aree interne ed esterne, anche nelle ore di punta, con estrema tranquillità e con la garanzia di non incorrere mai in code, affollamenti e nelle conseguenti fastidiose attese. Ristoranti, buffet, piscine esterne, bar: tutto risulta estremamente funzionale e vivibile.

La cucina a bordo è senza dubbio uno dei plus della nave: qualità e varietà sono all’ordine del giorno e numerose sono le alternative per pranzare,  cenare o fare uno spuntino a qualunque ora. Tre i ristoranti principali: il panoramico Allegro, a poppa, che ospita anche l’esclusiva Chef’s Table Lumiere, un vero e proprio spazio principesco in cui cenare – rigorosamente su prenotazione e a pagamento – nella privacy e nel lusso di un servizio dedicato, avvolti da pareti in fibra ottica luminescenti. A centro nave, il Concerto e il Symphony, ubicati rispettivamente ai ponti 6 e 5.

Il servizio di cena viene svolto su due turni con tavolo e orari preassegnati, ma all’atto della prenotazione è anche possibile richiedere l’opzione gratuita My time dining, che consente all’ospite di decidere, giorno per giorno, dove e quando cenare (in questo caso, però,  non sarà possibile accedere al Ristorante Allegro).

Oltre alle sale principali, Royal Princess propone altre tre alternative culinarie: l’italiano Sabatini, la steak house Crown Grille e la pizzeria Alfredo.

Gratuita quest’ultima, anche se lontana dalla definizione più mediterranea della pizza napoletana verace, le altre due opzioni prevedono un supplemento di 20 dollari a persona ed offrono esperienze a tema di indubbio valore gastronomico che abbiamo particolarmente apprezzato.

Per pasti più informali, infine, l’Horizon Court Bistrot, il Buffet e all’esterno la pizzeria al taglio Prego, propongono una incredibile varietà di piatti per tutti i palati, espressione di tradizioni culinarie internazionali.

Tra le novità più succulente di Royal Princess, la pasticceria di bordo, The Pastry Shop, ubicata all’interno del buffet, al ponte 16, che sforna ininterrottamente dolci freschi a pasta secca e cremosi con una tale varietà da far abbandonare in ogni ospite qualsiasi buon proposito legato a diete e regimi alimentari ipocalorici. Anche perché, in fondo, siamo in crociera!

Immancabile poi, nel rispetto della migliore tradizione British, l’appuntamento quotidiano del té, servito tutti i pomeriggi nella piazza principale e che prevede un rito particolarmente esclusivo e celebrativo. Ad iniziare dalla scelta della miscela, suggerita da un sommelier del tè che si avvale, nell’esercizio della sua arte, di due torri dotate di numerosi cassettini in cui sono preziosamente custodite decine e decine di diverse varietà della bevanda. Bianco, nero, verde, aromatico, speziato: ovunque ricadrà la vostra scelta, la tazza sarà accompagnata da una straordinaria quantità e varietà di biscottini ancora caldi ed altre specialità provenienti dalla pasticceria di bordo (servizio a pagamento: 10 dollari a persona; 20 con incluso un flute finale di champagne).

E se ad un tratto doveste avvertire un improvviso calo di zuccheri, la Gelateria artigianale saprà risollevarvi glicemia e umore. Poco meno di 3 dollari per una super coppa con tanto di croccantini, panna montata e frutta, oppure una crepe con gelato o, per peccati di gola ancora più proibiti, arricchita con autentica Nutella e banane fresche.

A bordo di Royal Princess c’è spazio anche per i gusti più sofisticati: dalla vineria, al Bellini’s bar ad ancora il Seafood bar, tre opzioni, tutte a pagamento ed affacciate sull’Atrio, pensate per un aperitivo elegante e rilassato, in compagnia di buona musica suonata dal vivo.

Princess è da sempre sinonimo anche di romanticismo e per un soft drink lontano dai rumori, ma anche per una colazione o pasto particolarmente rilassati o un semplice momento di contemplazione, la terrazza di poppa dell’Horizon Bistrot, protetta dal sole ed affacciata sulla scia della nave, rappresenta la scelta ideale, specie nei momenti di navigazione.

E per tramonti infuocati in grande stile, Royal Princess propone un’altra novità esclusiva: le fontane danzanti. Ogni sera, nel lido centrale e poco dopo il tramonto, il ponte si trasforma. Luci multicolor e musiche sincronizzate sempre diverse fanno da cornice al palcoscenico di fontane danzanti ubicato al centro, tra le due piscine. Uno show originale e molto piacevole da scoprire, sera dopo sera.

Il lido centrale è il principale aggregatore sociale esterno della nave. Offre grande spazio per musiche dal vivo, concerti, sole e divertimento in acqua (dissalata) o nelle vasche idromassaggio durante il giorno e, grazie alla sua strutturazione, garantisce posto per tutti, mandando definitivamente in pensione il fastidioso vizio di occupare le sdraio per intere giornate con mercanzia varia pur di non perdere lo spazio faticosamente occupato.

Lo stesso lido è anche il protagonista in seconda serata del cinema sotto le stelle: grazie al luminosissimo maxi schermo LED e a un impianto audio particolarmente performante,  grandi film in lingua originale  possono essere seguiti comodamente sdraiati su lettini imbottiti e dotati di copertina in pile sgranocchiando caldi popcorn (gratuiti) preparati all’istante nei due corner laterali situati all’ingresso del lido.

Una Royal Princess, insomma, decisamente ricca di possibilità, alcune originali ed assolutamente innovative. Una nave capace di abbracciare molti stili di crociera e di accomunarli tutti con un’essenza sempre elegante, mai sopra le righe e particolarmente adatta ad un pubblico adulto (bimbi e ragazzi sono comunque ben accetti e per il loro divertimento sono stati pensati tre mini club, suddivisi in base a fasce d’età e che prevedono numerose attività, alcune anche all’aperto). Espressamente riservate agli adulti, due intere aree esterne adiacenti: The Retreat Pool & Bar ad accesso gratuito – con cabanas a bordo piscina (a pagamento e su prenotazione: 50 dollari per mezza giornata, 80 dollari per l’intera giornata), sdraio e vasche idromassaggio – e, altra esclusiva novità, The Sanctuary, un’oasi di pace e serenità, con accesso limitato e a pagamento. In posizione privilegiata, a prua e sul ponte più alto. Cabanas con maxi schermo TV, divani, frigo bar (Ingresso: 15 dollari mezza giornata; 25 dollari giornata intera; 80 dollari per una delle quattro cabanas per mezza giornata; 130 dollari per tutta la giornata), ma anche lettini prendisole e chaise longue all’ombra affacciati sul mare. Da sogno,  due lussuosissime maxi cabanas: veri e propri appartamenti gestiti dalla Lotus SPA di bordo, per sedute e massaggi individuali e di coppia all’insegna dell’esclusività (costo medio con trattamento SPA incluso: 330 dollari).

Come per ogni più moderna nave da crociera, anche a bordo di Royal Princess viene dedicata un’attenzione particolare al benessere psico-fisico. La nuova Ammiraglia propone allo scopo la Lotus SPA, ubicata a prua, al ponte 5. Una struttura essenziale e minimal nello stile, forse un po’ sacrificata nello spazio – solo le sale massaggi hanno la vista mare, mentre aree comuni e spogliatoi non dispongono di affaccio – ma che concentra all’interno un po’ di tutto: vasca talassoterapica, idromassaggio, lettini riscaldati e materassi ad acqua rilassanti, sauna, bagno turco, sauna secca e docce sensoriali (tropicale, scozzese, di vapore, classica) per un percorso di totale rigenerazione (ingresso a pagamento con formula a pacchetto per l’intera durata di crociera).

Numerosi i trattamenti offerti, tutti a base di preparati e cosmetici Elemis: dai massaggi ai fanghi, alle maschere per corpo e viso ringiovanenti, con prezzi che variano dai 90 ai 300 dollari e che diminuiscono sensibilmente quando la nave è ferma in porto. Durante la nostra esperienza a bordo abbiamo testato un trattamento viso da uomo: barba e maschera defatigante da 50 minuti con annesso un massaggio alla cute dall’effetto meravigliosamente piacevole. Il giudizio finale sarebbe stato dei più alti se non fosse per quei lunghi ‘consigli per gli acquisti’ finali (per una seduta costata 90 dollari mi si proponevano prodotti da acquistare per quasi 400 dollari!), trovati un po’ fuori luogo ed insistenti considerato il taglio della crociera e della nave.

Uno degli ingredienti principali per una vacanza all’insegna del relax è costituito senza ombra di dubbio da un buon riposo che, tradotto per una nave da crociera, significa letti comodi, in cabine altrettanto confortevoli e soprattutto silenziose.

Da questo punto di vista Royal Princess incassa un giudizio ampiamente positivo quanto a comfort: le sistemazioni disponibili per gli ospiti vantano tutte un’ottima insonorizzazione e garantiscono un riposo decisamente di qualità, grazie anche a materassi ‘XL’. A meno di soggiornare in una Suite, tuttavia, le dimensioni essenziali delle cabine, leggermente più piccole rispetto alla media del segmento, rendono le stesse ideali per una doppia occupazione. Decisamente più sacrificate, invece, per tre o addirittura quattro persone (possibilità comunque prevista in quasi tutte le categorie, con letti a castello a scomparsa).

Ricco infine l’intrattenimento: tra appuntamenti di gala (generalmente due per una crociera di 8-10 giorni), cinema sotto le stelle, gli spettacoli a teatro – più facili da apprezzare per un pubblico anglo-americano – e le tante esibizioni sempre diverse di numerosi artisti – acrobati, giocolieri, musicisti e saltimbanchi – nella piazza principale, le serate a bordo scivoleranno piacevolmente una dopo l’altra, mentre nelle ore diurne il luogo principe per attività e divertimenti specie pomeridiani è il lido centrale, che propone spesso momenti festosi con musica dal vivo e balli anche di gruppo.

Un campo polisportivo, un vero e proprio studio fotografico per book professionali in mezzo al mare – Platinum Studio -, un disco night-club per adulti, uno studio televisivo di registrazione di show live poi trasmessi sul circuito chiuso della nave, una palestra dotata delle più moderne attrezzature sportive e di sala per lezioni fitness (stretching, risveglio mattutino ed altre, a pagamento, più specialistiche), una pista da jogging sul ponte più alto, la spettacolare passeggiata sospesa Sea Walk e il Sea View Bar sul lato opposto, oltre ad ampie lavanderie self service a gettoni in ogni ponte cabine, completano l’offerta di Royal Princess (disponibile anche il servizio di lavanderia tradizionale, con consegna in camera entro le 24 ore successive), una nave classicamente regale e che rappresenta di fatto un’importante novità delle crociere premium, sia per le sue grandi dimensioni, generalmente più comuni al segmento contemporary, sia per l’insieme delle caratteristiche di cui dispone, molte delle quali, come già accennato, costituiscono una novità esclusiva per il comparto.

A tutti gli amanti del genere, inoltre, il privilegio durante l’attuale stagione estiva di poter salire a bordo con comode partenze “sotto casa”: fino a fine settembre la nuova Ammiraglia della mitica compagnia di Love Boat, proporrà crociere di 12 giorni, eventualmente spezzabili anche in mini itinerari di 6 giorni, da Venezia a Barcellona e viceversa, per poi spostarsi nelle calde acque dei Caraibi durante la stagione invernale.

Princess Cruises in Italia è rappresentata in esclusiva dal Tour & Cruise Operator Gioco Viaggi.

Per info e prenotazioni: www.crociereprincess.it

.

Photo Gallery

Cincopa WordPress plugin

.

.

[box_light]

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!

[/box_light]