Nel 2014 tutta l’offerta Royal Caribbean nei nostri mari

Da Roma e da Venezia il gruppo americano sarà presente con i tre brand: il lusso della crociera sbarca definitivamente in Italia.

Al trade più servizi e una rete di account speciale per far crescere le adv poco produttive: esperimento che ha garantito il 10% del fatturato 2013

.

“L’anno migliore per fatturato e marginalità, con il pricing tornato a livelli adeguati e sostenibili e a fronte di minori investimenti pubblicitari, che avevamo condotto nei primi due anni del nostro arrivo sul mercato italiano”, così Gianni Rotondo, direttore generale Italia Rci Cruises, a Milano per un incontro con la stampa. Come noto la compagnia americana aveva annunciato una razionalizzazione della presenza nel nostro Paese a partire dal 2014, che poi si è tradotta in un numero minore di approdi: solo Roma e Venezia restano i porti d’imbarco. Questa policy viene confermata, ma ben otto navi del gruppo e tutti e tre i brand, compreso l’extra lusso, saranno in navigazione intorno alla penisola l’anno prossimo.

Rci, Celebrity e Azamara in Italia

L’obiettivo del prossimo anno diventa posizionare meglio anche il marchio delle crociere di lusso, Azamara e puntualizzare su Celebrity, diciamo un lusso più ‘soft’, che ha già conquistato il 15% di market share in Italia “un buon risultato essendo partito da appena il 5% delle vendite”, aggiunge Rotondo. Ecco che Rci vedrà tre navi in servizio, la terza (Serenade) da dopo l’estate; Celebrity altre tre, la terza delle quali partirà alternativamente da Roma e da Venezia; infine Azamara con due unità.

Oasis of the Seas a Roma e Quantum a New York

“Il 2014 sarà l’anno di altre due importanti novità: l’arrivo nel Mediterraneo, a Barcellona, di Oasis of the Seas a settembre e, sempre in autunno, il debutto della prima della classe Quantum che opererà da New York”, anticipa il manager. L’approdo di Oasis in Spagna sarà contestuale al Seatrade Med, mentre in tour nel Mediterraneo toccherà Roma quattro volte prima di tornare ai cantieri francesi per la manutenzione. Interessante sapere che Oasis messa in vendita a febbraio per il settembre 2014 “è il prodotto meglio venduto di quest’anno”.

Un call center in più e account speciali per le adv

Royal Caribbean con questo novembre ha aperto un call center (per il trade) in Romania, a Iasi, in cui operano una decina di addetti. Ciò consente di estendere l’orario di assistenza b2b fino alle 20 nei giorni feriali e durante il sabato, mentre in alta stagione l’obiettivo sarà di mantenere aperti gli uffici di domenica ed estendere ulteriormente l’orario. “La struttura di Iasi, della quale oggi utilizziamo dieci operatori, ne ha in organico 400 e ci permette facilmente di ampliare le risorse secondo le necessità stagionali del mercato italiano”. L’attenzione maggiore al trade si è espressa quest’anno anche con la creazione di remote account, cioè ‘promotori-formatori’ che hanno seguito un numero di agenzie italiane che mai avevano prenotato una crociera Rci. “Queste adv non produttive hanno realizzato il 10% del fatturato totale e l’intervento è stato svolto per soli sei mesi, non tutto l’anno; questo ci fa chiaramente constatare che è la strategia giusta; infatti gli account da esterni passano a una unità interna”. Oggi il gruppo lavora con 4mila retailer nel nostro Paese.

Fonte: Guida Viaggi

.

.

[box_light]

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!

[/box_light]

Redazione

Per contattare la redazione del Dream Blog: postmaster@dreamblog.it