Crociere di lusso: nuovi prodotti per un target più giovane e con un budget ridotto. I casi Lindblad e Uniworld

È abbastanza comune per le maggiori catene alberghiere la necessità di diversificare la propria offerta in modo da includervi uno o due brand destinati ai “millennial”, o la cosiddetta “generazione Y” dei nati fra il 1979 e il 2000. Hilton, Marriott e IHG, per fare alcuni  esempi, sono riusciti a sviluppare con successo formule di hotel a basso costo senza per questo cannibalizzare i propri marchi di lusso. Simili aziende, tuttavia, hanno il vantaggio di un’esperienza trentennale nella segmentazione dei brand e nella gestione del portafoglio prodotti, a differenza delle compagnie crocieristiche del segmento luxury: fino a che punto si può ridimensionare la propria offerta per cercare di attrarre nuovi clienti con minore disponibilità economica senza rischiare di danneggiare un prodotto di fascia alta?

Secondo Rebecca Robins, global director della società di consulenza Interbrand, “i marchi più forti restano [sostanzialmente] fedeli al proprio DNA, cercando allo stesso tempo di evolversi e innovare per rimanere sul mercato. Sviluppare proposte per chi richiede qualcosa di diverso fa parte di tale processo. Il modo in cui un business si approccia alla creazione di nuovi prodotti e servizi è cruciale: bisogna proteggere il valore del marchio e, allo stesso tempo, proporre la nuova offerta in un modo sia attinente che credibile”.

National Geograpic Orion, Lindblad Expeditions

Diverse compagnie crocieristiche stanno cercando di navigare in queste difficili acque nel tentativo di captare i bisogni della nuova generazione di viaggiatori. Quest’inverno, per esempio, Lindblad Expeditions collaborerà con l’azienda di wellness Exhale proponendo nuove crociere nel Golfo di California, in Messico. La selezione di viaggi Base Camp Baja avrà luogo a bordo della National Geographic Sea Bird, dotata di 30 cabine, un vero e proprio campo base galleggiante dedicato a viaggiatori avventurosi e orientati al wellness, che potranno vivere ogni singolo giorno della propria vacanza come meglio credono. Tale programmazione combinerà il rigore della comune esperienza di spedizione firmata Lindblad con numerose attività quali yoga, meditazione e massaggi, oltre a svariate opzioni culinarie salutistiche.

Lindblad ha operato una distinzione fra i viaggi Base Camp Baja e la sua tradizionale proposta in termini di prezzo e durata dell’esperienza. Secondo Patty Disken-Cahill, portavoce della compagnia, questi itinerari più corti (3-4 giorni) sono stati pensati specificatamente per i viaggiatori più giovani, anche e soprattutto sul versante economico ($1,990 per persona su base doppia). Si tratta altresì di un progetto pilota per una nuova possibile serie di avventure più brevi e meno costose che secondo Jacinta McEvoy, vice presidente global sales della compagnia, “ha l’obiettivo finale di attrarre una clientela più giovane per le crociere di spedizione Lindblad del futuro”.

Rhine, Uniworld Boutique River Cruises

Il 2018, inoltre, rappresenterà la stagione inaugurale per U by Uniworld, un nuovo concept di crociera fluviale creato dall’omonimo brand che sarà rivolto a un target di viaggiatori compreso fra i 21 e i 45 anni. Due navi della flotta verranno completamente ridisegnate partendo dallo scafo ripitturato di nero, secondo quanto dichiarato dalla CEO Ellen Bettridge. Quest’ultima ha aggiunto che la proposta U by Uniworld, che riguarderà i corsi d’acqua europei, sarà caratterizzata da “escursioni più dinamiche, soste più lunghe negli scali, orari più tardi per la programmazione mattutina e prezzi più contenuti”.

Fra le caratteristiche di tale esperienza figureranno anche la possibilità di cenare tutti assieme e la silent disco, per danzare ascoltando la propria musica preferita tramite cuffie. Bettridge ha inoltre rivelato che l’esperienza U ha tratto grande ispirazione dalla compagnia sorella Contiki, tour operator specializzato nella fascia 18-35 anni da oltre mezzo secolo. Entrambi i brand sono proprietà dell’azienda a capitale privato The Travel Corporation.

Robins, di Interbrand, ha gradito in particolar modo tale approccio. “Uniworld ha creato un prodotto dal nome molto semplice, facilmente identificabile con il brand e direttamente rivolto al pubblico che vuole attirare”, ha dichiarato.

expeditions.comuniworld.com

.


.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!