In crociera verso paradisiache isole private con scali fino a tarda notte: è la nuova tendenza della prossima stagione invernale. Tutte le novità

Il piacere del relax su un’isola tropicale privata, mentre il sole tramonta, la luna sorge e il calore ardente del giorno lascia spazio ad una più mite e romantica serata.
Fino a poco tempo fa non era così comune poter beneficiare di una simile esperienza in crociera. Ma sono in arrivo novità interessanti: a partire dal prossimo mese di ottobre, la prima di tre compagnie di crociere lancerà itinerari con scali fino a tarda notte nella sua isola caraibica privata.
Si tratta di Royal Caribbean International che dal 4 ottobre aprirà ufficialmente la tanto attesa CocoCay, un’isola alle Bahamas completamente riprogettata e destinata a diventare la punta di diamante del brand nell’area dei Caraibi. Lunghi scali fino a tarda notte per consentire agli ospiti di godere di tutti i servizi e gli intrattenimenti previsti durante il giorno, e del meritato ed altrettanto piacevole relax (ma non solo) della sera.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche MSC Crociere, che a partire da novembre lancerà la sua esclusiva e privata Ocean Cay MSC Marine Reserve con scali fino a tarda notte ed ancora, a partire da aprile 2020, Virgin Voyages che inizierà a scalare al Bimini Beach Club con la sua attesissima Scarlet Lady per lunghe soste che si concluderanno con falò serali in spiaggia a ritmo di musica.

La nuova tendenza delle soste fino a tarda sera nelle isole private è guidata da una serie di fattori, non ultimo quello della concorrenza tra le diverse compagnie.

La vicinanza, ad esempio, del Bimini Beach Club rispetto a Miami, rende possibile il sostare all’isola fino a notte fonda e raggiungere facilmente PortMiami la mattina seguente. Inoltre, i moli di tutte e tre le isole private eliminano la necessità di operazioni in tender notturne, comunque potenzialmente rischiose. Grazie poi al fatto che le tre compagnie hanno completato le opere di realizzazione solo recentemente, tutte le isole private sono state dotate di impianti di generazione di energia elettrica capaci di garantire l’illuminazione necessarie per le attività post tramonto.

I lunghi soggiorni in porto sono una caratteristica che la nostra ricerca ha mostrato come priorità davvero rilevante per i nostri potenziali ospiti“, ha commentato Chirstina Baez, portavoce Virgin Voyages. 

MSC Crociere è stata la prima compagnia a lanciare il concetto di soggiorni fino a tarda sera su un’isola privata. Quando è stato inizialmente presentata nel 2015, Ocean Cay MSC Marine Reserve avrebbe dovuto avere un anfiteatro, capace di accogliere fino a 2.000 passeggeri, dedicato all’intrattenimento serale.
All’inizio di quest’anno, Gianni Onorato, AD MSC Crociere, ha invece dichiarato che il progetto iniziale è stato variato in favore di un concetto di film sotto le stella. L’ultimo aggiornamento è stato rivelato in un rendering disponibile su YouTube, in cui viene mostrato uno spettacolo di luci che dipinge il cielo grazie a proiettori multicolori. 

MSC prevede di effettuare scali fino a tarda sera tutto l’anno e per tutte le sue navi che saranno basate a Miami, ovvero, per la prossima stagione, MSC Meraviglia, MSC Armonia, MSC Divina e MSC Seaside.

Virgin Voyages è invece pronta a calare l’asso del suo Beach Club di Bimini che costituirà l’ultima tappa di ciascuno dei suoi tre itinerari previsti nella stagione inaugurale di Scarlet Lady. Durante le sue crociere di 5 giorni, la nave rimarrà attraccata fino alle dieci di sera, mentre negli itinerari di 4 notti lo scalo si protrarrà fino a mezzanotte.
Intrattenimenti, svaghi, divertimenti e relax animeranno tutta la giornata e, per la sera, l’appuntamento sarà in spiaggia, per un maxi falò a suon di musica.

I progetti di Royal Caribbean per CocoCay sono al momento più limitati e prevedono solo tre soste programmate fino a tarda sera. Invece di tornare a Miami, Navigator of the Seas si dirigerà verso la vicina Nassau dopo aver lasciato CocoCay alle 22:00.
Di sera gli ospiti potranno visitare il Captain Jack’s e Skipper’s Grill; l’Harbour Beach Laguna e lo Splashaway Bay. Alcune aree dell’isola chiuderanno la sera, tra cui le spiagge e il parco acquatico Thrill Waterpark.

Quanto all’intrattenimento, Royal promette un Junkanoo Jam Up Party, un barbecue in spiaggia e spettacoli di una band calypso, oltre a ballerini e fuochi d’artificio dell’arrivederci, prima d salpare.

Altre compagnie che possono vantare una location privata caraibica non avrebbero al momento piani particolari per introdurre scali prolungati nelle proprie programmazioni.

Princess Cruises, ad esempio, ha recentemente lanciato un programma di lunghi scali fino a tarda sera denominato “More Ashore” che si concentra però principalmente sulle grandi città internazionali.

Nei luoghi in cui lo stiamo facendo“, ha commentato John Chernesky, senior vice president of North American sales and trade marketing  Princess Cruises, “ha per noi un senso specifico, considerata la vita notturna, i ristoranti, i musei e più in generale le opportunità che queste grandi città offrono e che consentono di connettere i nostri ospiti a quella specifica cultura“.

Posizioni analoghe anche per Seabourn e Holland America Line: Half Moon Cay è ad oggi strutturata per essere una destinazione di una giornata e si caratterizza per offrire una ampia spiaggia di soffice sabbia bianca, con attività esclusivamente diurne.

 

.

.

Iscriviti alla Newsletter del Dream Blog Cruise Magazine!